Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid-19, anestesisti dicono che entro un mese avremo terapie intensive piene

© Sputnik . Ilya Pitalev / Vai alla galleria fotograficaPaziente in terapia intensiva
Paziente in terapia intensiva - Sputnik Italia, 1920, 22.11.2021
Seguici su
Il presidente della Società Italiana di Anestesia Analgesia Rianimazione e Terapia Intensiva-SIAARTI, Antonino Giarratano, ha affermato che con questi numeri in risalita legati alla pandemia, entro un mese l’Italia si ritroverà con le terapie intensive intasate.
Secondo il presidente degli anestesisti stiamo entrando nella quarta ondata e dobbiamo comunque ringraziare di non trovarci “nella situazione drammatica che abbiamo vissuto l'inverno scorso: oggi abbiamo i vaccini che stanno difendendo in maniera importante la salute di milioni di italiani”, detto come riportato da Rainews.
Quindi reitera la narrativa secondo cui le terapie intensive sono piene principalmente di “persone che hanno rifiutato la vaccinazione e altre che invece - anche se vaccinate - presentano condizioni di particolare fragilità ed alti fattori di rischio e stanno uscendo dopo 10 mesi dalla copertura piena dal contagio”.

Chi entra in terapia intensiva non è sicuro ne esca vivo

L’anestesista fa anche presente, con molta schiettezza, che “a seguito del ricovero in terapia intensiva i pazienti hanno una possibilità di decesso che va dal 30 al 75%”.
Quindi l’appello finale:
“Il nostro appello come Società scientifica degli anestesisti-rianimatori, e quindi dei professionisti che più di chiunque ha vissuto e vive la pandemia in prima linea, è pertanto chiaro e preciso: chiediamo a tutti gli italiani di vaccinarsi e ai vaccinati da più di 6 mesi di fare la terza dose”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала