Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia, 1920, 18.09.2021
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Afghanistan: L’ONU teme il collasso ma gli Stati Uniti mantengono i fondi congelati

Delegazione dei Talebani arriva a Mosca per negoziati
Delegazione dei Talebani arriva a Mosca per negoziati - Sputnik Italia, 1920, 22.11.2021
Seguici su
Le Nazioni Unite hanno esortato i leader mondiali a risolvere il problema della gestione delle banche in Afghanistan per prevenire il totale collasso del sistema finanziario. Gli Stati Uniti, tuttavia, confermano il congelamento degli oltre 9 miliardi di dollari di attività estere di Kabul presso la Federal Reserve.
All’indomani della presa di Kabul da parte dei talebani*, Washington aveva ordinato il congelamento di tutte gli attivi dell’Afghanistan presso la Federal Reserve Bank di New York.
In una lettera aperta al Congresso degli Stati Uniti, il ministro degli Esteri ad interim dei talebani, Amir Khan Muttaqi, ha chiesto all’amministrazione americana di liberare tali riserve di proprietà della banca centrale afghana.
I talebani hanno anche avvertito del fatto che, privati del sostegno finanziario, l’immigrazione di massa sarà un problema ancor più all’ordine del giorno.
Un rapporto dell’ONU di tre pagine sul sistema bancario e finanziario afghano, conferma che sarebbe tempo di pensare a tutte le opzioni possibili, comprese le soluzioni "fuori dagli schemi" a questa crisi.
Il rapporto, visionato da Reuters, afferma che il costo economico di un collasso del sistema bancario, e i relativi effetti sociali, "sarebbero colossali".
"Il coordinamento con le istituzioni finanziarie internazionali, con la loro vasta esperienza del sistema finanziario afghano, sarebbe fondamentale per questo processo", ha affermato il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite in riferimento alla Banca mondiale e al Fondo monetario internazionale.
Il rapporto stima che entro la fine dell'anno andrà perduto circa il 40% della base di depositi dell'Afghanistan. Le attività deteriorate raggiungeranno un livello così allarmante che le banche non sopravviveranno ai prossimi sei mesi.
Incontro del Ministro degli Esteri della Federazione Russa Sergey Lavrov e Segretario della Santa Sede per i rapporti con gli Stati Paul Richard Gallagher - Sputnik Italia, 1920, 09.11.2021
Incontro Russia-Vaticano, Lavrov: "Ci aspettiamo che i talebani mantengano le promesse fatte"
Gli Stati Uniti hanno sospeso l'aiuto annuale di 8,5 miliardi di dollari e bloccato le riserve valutarie di 9,5 miliardi di dollari della Da Afghanistan Bank (DAB), la banca centrale della nazione.
Thomas West, l'inviato speciale degli Stati Uniti in Afghanistan, ha risposto alle richieste talebane e dell’ONU spiegando che il congelamento degli attivi è in linea con quanto previsto fin dal principio.

"I funzionari statunitensi hanno chiarito per anni ai talebani che se avessero perseguito un'acquisizione militare piuttosto che un accordo negoziato con le altre parti afgane, allora gli aiuti non umanitari essenziali forniti dalla comunità internazionale sarebbe quasi completamente cessati. Questo appunto è quello che è successo", ha twittato West venerdì.

Chiedendo ai talebani di guadagnare legittimità agendo per contrastare il terrorismo e stabilire un governo inclusivo, West ha affermato che gli Stati Uniti continueranno tuttavia a sostenere il popolo afghano con aiuti umanitari.
*Talebani: organizzazione soggetta a sanzioni da parte delle Nazioni Unite per le attività terroristiche
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала