Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La Polonia accusa Lukashenko del "più grande tentativo di destabilizzare l'Europa in 30 anni"

© Sputnik . Viktor TolochkoRespingimenti dei migranti al confine tra Polonia e Bielorussia
Respingimenti dei migranti al confine tra Polonia e Bielorussia - Sputnik Italia, 1920, 21.11.2021
Seguici su
Centinaia di migranti per lo più mediorientali e africani si sono ammassati lungo il confine bielorusso con la Polonia per settimane nel tentativo di entrare nell'UE. Varsavia accusa Minsk di incoraggiare i migranti ad attraversare il confine attraverso la Bielorussia, cosa che le autorità bielorusse respingono.
Il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ha accusato il presidente bielorusso Alexander Lukashenko di aver lanciato "una guerra ibrida contro l'UE" nel quadro della crisi migratoria in atto al confine bielorusso-polacco.

"Questo è il più grande tentativo di destabilizzare l'Europa in 30 anni", ha twittato Morawiecki domenica, promettendo che la Polonia "non cederà al ricatto" e "farà di tutto per difendere i confini dell'UE".

"Polonia, Lettonia, Lituania ed Estonia hanno bisogno di sostegno. Dobbiamo unirci per difendere l'Europa", ha aggiunto il primo ministro.
Situazione al confine tra Bielorussia e Polonia - Sputnik Italia, 1920, 21.11.2021
Parigi spera nelle pressioni di Putin sulla Bielorussia per risolvere la crisi dei migranti
Tali osservazioni sono arrivate dopo che Lukashenko ha detto in un'intervista alla BBC venerdì che era "assolutamente possibile" che le proprie forze o "forse qualcuno" avesse aiutato i migranti ad entrare nell'UE.

"Ho detto loro che non arresterò i migranti al confine, non li tratterrò al confine, e se continuano ad arrivare d'ora in poi non li fermerò, perché non arrivano nel mio Paese, ma si dirigono nel vostro Paese. Ma non li ho invitati qui. E ad essere onesto, non voglio che passino attraverso la Bielorussia", ha affermato Lukashenko.

Ha parlato mentre le guardie di frontiera polacche segnalavano nuovi tentativi di attraversamento, anche da parte di un "gruppo molto aggressivo di circa 100" migranti.
Ciò ha fatto seguito alle dichiarazioni del presidente russo Vladimir Putin all'inizio di questa settimana sul fatto che le nazioni occidentali stiano usando la situazione di crisi in corso al confine tra Bielorussia e Polonia come pretesto per aumentare le tensioni ed esercitare pressioni contro la Bielorussia, l'immediato vicino e alleato della Russia.
"Allo stesso tempo, stanno violando i propri obblighi in ambito umanitario", ha aggiunto Putin, condannando la Polonia per l'utilizzo di strumenti antisommossa contro i migranti che cercano di attraversare il confine.
"Mi dispiace solo per i bambini. [Le forze polacche] versano acqua e gas lacrimogeni, lanciano granate. Gli elicotteri volano lungo il confine e [la parte polacca] accende le sirene di notte", ha detto il presidente russo.
La Polonia in precedenza ha rifiutato di accettare centinaia di migranti, per lo più curdi iracheni, che rimangono bloccati al confine con la Bielorussia. I migranti hanno ripetutamente tentato di prendere d'assalto il confine polacco, con le truppe che li hanno respinti usando cannoni ad acqua e gas lacrimogeni. Varsavia ed altri Paesi dell'UE hanno ripetutamente accusato Minsk di trasportare deliberatamente migranti in Bielorussia per creare una crisi migratoria, punendo la Bielorussia con nuove sanzioni per questo motivo. Le autorità bielorusse respingono con veemenza le affermazioni di Bruxelles.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала