Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Manovra, Sbarra: "Questo è il tempo di una grande intesa nazionale"

CC BY-SA 4.0 / / Luigi Sbarra
Luigi Sbarra - Sputnik Italia, 1920, 20.11.2021
Seguici su
Per il segretario generale della Cisl, è necessario superare il dualismo geografico, territoriale e sociale tra Nord e Sud, sostenere governance partecipata del Pnrr.
"Questo è il tempo di costruire una grande intesa nazionale". Ne è convinto il segretario generale della Cisl Luigi Sbarra, che, intervenendo alla manifestazione unitaria sulla Legge di stabilità di Mestre (Venezia), ha evocato "una grande alleanza tra la politica e le istituzioni e i corpi intermedi per sostenere il processo di ricostruzione e di ripartenza".
Sbarra vede adesso tutte le condizioni per un "grande patto" che consenta al Paese di guardare alla prospettiva futura, di "costruire solide certezze per le giovani generazioni".
"C'è un tema di riforme, da quella fiscale al tema della previdenza - spiega - al tema della concorrenza, alle riforme del lavoro, ammortizzatori sociali e politiche attive, un grande piano nazionale per la formazione, la crescita delle competenze".

Inoltre, "dobbiamo superare questo dualismo, geografico, territoriale e sociale tra Nord e Sud. Dobbiamo sostenere con una governance partecipata - ha concluso - il processo di attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza".

Una manovra luci e ombre

Sbarra ritiene importante la disponibilità del governo ad aprire due tavoli su fisco e pensioni, ma ricorda che il sindacato ha indicato "le luci ma anche le ombre di questa Legge di Stabilità", che deve essere rafforzata "sotto il profilo sociale", con un miglioramento di "risorse e stanziamenti per fare del lavoro, del contrasto alla precarietà, del rilancio degli investimenti, gli aspetti più qualificanti di questa legge, che nasce senza un dialogo e un confronto".

"Gli squilibri presenti all'interno del testo - osserva - sono anche frutto del mancato dialogo".

Cisl chiede che gli otto miliardi della legge di stabilità vadano interamente a ridurre la tassazione fiscale sui redditi da lavoro dipendente e da pensione. Sulla previdenza ricorda che a dicembre partirà il confronto sulla Legge Fornero.
"Il tema della previdenza in questo Paese non può essere considerato solo un costo economico per il bilancio dello Stato perché c'è anche un tema di sostenibilità sociale", prosegue.
Infine, sull'evasione fiscale precisa che bisogna alzare "l'azione di contrasto" e prepararci ad affrontare la "fase di riforma organica e strutturale del fisco nel nostro paese. Questa mobilitazione che abbiamo messo in campo è costruttiva, è responsabile, serve a migliorare l'impostazione politica economica del Governo".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала