Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Bonaccini: “Vietare piscine e teatri ai no-vax, l’obbligo vaccinale non servirebbe”

© Foto : account Facebook BonacciniStefano Bonaccini - Presidente regione Emilia-Romagna
Stefano Bonaccini - Presidente regione Emilia-Romagna - Sputnik Italia, 1920, 20.11.2021
Seguici su
Il governatore dell’Emilia Romagna punta sulle terze dosi e il rispetto delle regole per evitare chiusure. E sulle proteste contro il green pass dice: “Non bisogna arretrare di un passo sull’illegalità”.
Sposa la linea della prudenza e della gradualità del governo Draghi, il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, che su La Stampa non chiede l’obbligo vaccinale, ma misure più restrittive per coloro che non vogliono vaccinarsi.
Bisogna “valutare l’accesso consentito a certe attività solo per chi è vaccinato: se l’alternativa diventa chiudere un teatro o una piscina per tutti o solo per chi non è vaccinato, io non ho dubbi. La gente deve poter lavorare e gli ospedali non possono sovraccaricarsi”.
Per questo è necessario rafforzare la campagna vaccinale con le terze dosi dopo sei mesi, “convincere a vaccinarsi chi ancora non l’ha fatto” e ricordare il rispetto delle regole, come l’uso della mascherina anche all’aperto in caso di assembramenti.
Bonaccini avvalora la sua tesi, contro l’obbligo vaccinale, sottolineando che in Emilia-Romagna “quasi il 90% delle persone con più di 12 anni si è vaccinato” e anche la media nazionale, intorno all’85%, “è superiore a quella di gran parte dei Paesi europei: la stragrande maggioranza degli italiani continua a dimostrare grande senso di responsabilità, non penso sia necessario introdurre l’obbligo”.

Contro chi protesta serve fermezza

Bonaccini poi dedica un passaggio alle manifestazioni di dissenso al green pass e ai vaccini.
“Ho rispetto di tutti ma non di chi pensa di prevaricare, infrange la legge e usa la violenza”, dice.
E su possibili infiltrazioni terroristiche nei cortei, ricorda che ci sono inchieste e controlli in corso: “Non bisogna sottovalutare quanto sta accadendo né arretrare di un passo rispetto all’illegalità”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала