Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Monza, 63enne arrestato per usura: prestava denaro con il 160% di interesse

CC0 / Pixabay / Euro
Euro - Sputnik Italia, 1920, 19.11.2021
Seguici su
L'uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari da parte del Giudice per le indagini preliminari di Monza.
La Guardia di Finanza ha fatto scattare le manette per un 63enne monzese, accusato di usura aggravata e tentata estorsione.
Stando a quanto emerso dalle indagini delle fiamme gialle, l'uomo avrebbe prestato ingenti somme di denaro a due professionisti milanesi, chiedendo però un tasso di interesse che arrivava fino al 160%.
A causa di precedenti del medesimo tipo, il Gip di Monza ha deciso di sottoporre l'indagato agli arresti domiciliari.
Ad incastrare lo strozzino la grande sproporzione tra i redditi formalmente dichiarati e la reale ricchezza a sua disposizione, che ha portato a sequestri di due immobili a lui intestati e a una somma di denaro pari a 330.000 euro.

Chi sono le vittime

La prima vittima dell'usurai sarebbe stato un agente di commercio e gestore di un centro benessere di Milano, il quale avrebbe restituito circa 190.000 euro a frotne di un prestito di 60.000 euro.
Per anni, l'uomo avrebbe subito minacce e tentativi di estorsione, che venivano estesi anche ai suoi familiari, in caso di ritardi nei pagamenti mensili.
Nella rete dello strozzino era poi finito anche un agente immobiliare milanese, che per un prestito da 70.000 euro si era visto costretto a restituire una somma pari a 145.000 euro, nonostante fosse rimasto disoccupato a causa del lockdown.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала