Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid in Germania, primo sì al Green pass per lavoro e trasporti pubblici

© Sputnik . Igor Zarembo / Vai alla galleria fotograficaAmbulanza a Berlino, Germania
Ambulanza a Berlino, Germania - Sputnik Italia, 1920, 18.11.2021
Seguici su
Berlino pensa ad una stretta, dopo l'impennata dei contagi, che oggi hanno toccato il record storico sopra i 65mila in un giorno. Anestesisti: le terapie intensive rischiano il collasso.
Il Bundestag tedesco ha approvato, con 398 voti a favore, 254 contrari e 36 astensioni, una nuova legge per contrastare la pandemia di Covid-19, che prevede l'introduzione del Green pass sui luoghi di lavoro e sui mezzi di trasporto pubblico.
Per diventare effettivo, il provvedimento deve ancora ottenere il via libera dal senato federale (Bundesrat). La norma è stata proposta da Spd, Verdi e Liberali, a fronte della nuova ondata di contagi che sta travolgendo la Germania, mettendo a dura prova il sistema sanitario tedesco.

L'impennata dei contagi in Germania

Nelle ultime 24 ore, il Paese ha segnato un nuovo record di contagi, oltre 65mila in un giorno, mai così tanti dall'inizio della pandemia di Covid-19. In base ai dati del Robert Koch Institute, sono 65.371 i nuovi casi registrati, mentre i decessi sono 264.
Solo una settimana fa, la Germania aveva segnato per la prima volta il record di 50mila casi in un giorno. Anche l'incidenza è in forte rialzo: ieri era pari a 319,5 positivi su 100 mila abitanti, una settimana fa era a 249,1.

L'appello degli anestesisti

Dinnanzi al drammatico peggioramento del quadro sanitario, che rischia di mandare al collasso anche l'efficiente sistema sanitario tedesco, gli anestesisti hanno lanciato al ministro della Salute Jens Spahn un appello.
"Il sistema sanitario tedesco va in direzione di una catastrofe", scrivono in una lettera l'Associazione degli anestesisti tedeschi (Bda) e la Società tedesca per l'anestesiologia e la medicina.
Per gli anestesisti solo una stretta decisa "permetterà di avere una chance realistica di scongiurare un collasso nelle terapie intensive e in altri ambiti del sistema sanitario". Tra le varie misure, chiedono l'applicazione della regola del +2G, che prevede tamponi anche per vaccinati e guariti.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала