Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Consiglio d'Europa, Di Maio: "Priorità a tutela e promozione diritti umani e libertà fondamentali"

© FotoIl ministro degli Esteri Luigi Di Maio a Sorrento
Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a Sorrento - Sputnik Italia, 1920, 18.11.2021
Seguici su
In occasione del passaggio di consegne, che ha sancito l'insediamento dell'Italia alla presidenza del Comitato dei ministri del Consiglio d'Europa per la prima volta in oltre 20 anni, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha voluto ribadire l'impegno di Roma nell'ambito della cooperazione internazionale.
“Assumiamo la Presidenza del Comitato dei Ministri con l’ambizione di poter contribuire a ulteriori progressi, concentrandoci su alcune priorità in linea con le tematiche tradizionalmente al centro dell’azione internazionale dell’Italia per la tutela e la promozione dei diritti umani e delle libertà fondamentali”, ha chiarito Di Maio.
Il ministro ha quindi elencato i “filoni prioritari d’azione”: “rafforzare e rilanciare i principi e i valori fondanti del Consiglio d’Europa, con iniziative nei settori del patrimonio culturale, dei diritti sociali, dello sport e del diritto alla salute; promuovere i diritti delle donne, l’empowerment femminile, i diritti dei minori e degli adolescenti e le politiche giovanili, con un focus sulla lotta alla violenza contro le donne, la tutela dei minori e l’educazione; costruire un futuro a misura di persona, affrontando le sfide poste ai diritti umani, alla democrazia e allo Stato di diritto dalle nuove tecnologie e, in particolare, dallo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale”.
Il titolare della Farnesina ha poi sottolineato che l'arrivo dell'Italia alla presidenza del Comitato dei ministri si colloca "in un anno già ricco di impegni per il nostro Paese, dalla Presidenza del G20 al partenariato con il Regno Unito per la Cop26."
"In tutti questi importanti consessi abbiamo lavorato senza sosta per un rafforzamento della cooperazione internazionale di fronte alle grandi sfide globali del nostro tempo, convinti che il multilateralismo non sia un’opzione ma una necessità. È questo lo spirito con cui l’Italia intende interpretare il suo semestre di Presidenza", sono state le parole dell'ex leader pentastellato.
Di Maio ha quindi sottolineato l'unicità del Consiglio d'Europa, un'organizzazione che oggi presenta al proprio interno "47 Paesi membri in rappresentanza di circa 840 milioni di cittadini".

“Una missione incentrata sulla difesa dei diritti dell’uomo e sulla promozione della democrazia e dello Stato di diritto. Il Consiglio costituisce così un punto di riferimento insostituibile nella difesa del multilateralismo e per il rafforzamento della cooperazione internazionale”, ha aggiunto il Ministro degli Esteri.

Nel semestre appena trascorso, il Comitato era stato presieduto dall'Ungheria, ed in particolare dal ministro degli Esteri Péter Szijjártó.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала