Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Gkn: spuntano 3 nuovi acquirenti, ma Fiom pone le condizioni per la riapertura del confronto

La Gkn Firenze - Sputnik Italia, 1920, 17.11.2021
Seguici su
Intanto il Collettivo di Fabbrica dello stabilimento di Campi Bisenzio, con la parola d'ordine "Insogiamo", convoca una giornata di mobilitazione per sabato 20 novembre.
Sarebbero tre le manifestazioni d'interesse per la Gkn di Campi Bisenzio (Firenze), ma Fiom-Cgil frena e pone due condizioni per la riapertura del confronto: ripresa dell'attività produttiva e salvaguardia di tutti i posti di lavoro.
"La Fiom-Cgil chiede la ripresa dell’attività produttiva per la continuità occupazionale e favorire l’apertura di una vera trattativa per garantire una soluzione industriale a tutti i lavoratori della GKN di Campi Bisenzio", dichiarano in una nota Michele De Palma, segretario nazionale Fiom-Cgil e responsabile automotive e Daniele Calosi, segretario generale Fiom-Cgil Firenze, Prato e Pistoia che si rivolgono al Governo invitandolo a "fare la propria parte".
"Questa mattina - spiegano i due sindacalisti - Gkn ha inviato alle istituzioni e alle organizzazioni sindacali una lettera per chiedere la convocazione di un incontro urgente, motivata dal fatto che l'advisor avrebbe raccolto tre proposte di potenziali investitori e dalla necessità di giungere ad un accordo per attivare un ammortizzatore, individuato in primis nella cassa integrazione per cessazione di attività".
Fiom-Cgil rimarca l'assenza del governo, la mancata volontà dell’azienda di aprire una reale trattativa e l'assenza di informazione e confronto sul decreto anti-delocalizzazioni, dopo l'ultimo incontro al ministero del 7 ottobre.
"La Fiom-Cgil non è al corrente di alcuna dimostrazione di interesse. Se ve ne fossero ci saremmo aspettati prima un’informativa da parte ministeriale", proseguono i sindacalisti, ribadendo di essere "disponibili al confronto ma prima di parlare di accordi, sono condizioni necessarie la ripresa dell’attività produttiva e la salvaguardia di tutti i posti di lavoro”.

La mobilitazione dei lavoratori Gkn

Intanto continuano le mobilitazioni dei lavoratori Gkn, con la mobilitazione indetta il 20 novembre sotto lo slogan "Insorgiamo" dal Collettivo di Fabbrica dei lavoratori dello stabilimento di Campi Bisenzio (Fi), a cui aderiranno anche studenti, ambientalisti e movimenti.
"Ci vediamo sabato 20 mattina, dalle h 9.00 in piazza San Marco. Sciopero studentesco, difesa della Gkn, difesa del lavoro, del territorio e del futuro. Non ricordiamo più dove è il confine, sappiamo solo dove è l'orizzonte", scrivono gli operai Gkn.

I licenziamenti Gkn

Lo stabilimento di Campi Bisenzio di proprietà del fondo Melrose ha annunciato via mail l'avvio della procedura di licenziamento ai 442 dipendenti di Gkn, alcuni giorni dopo lo sblocco dei licenziamenti.
La decisione di chiusura ha scatenato le proteste dei lavoratori durante i mesi estivi per la riapertura della fabbrica e lo stop dei licenziamenti. Il 20 settembre il Tribunale di Firenze ha accolto il ricorso dei dipendenti e ha revocato i licenziamenti per la condotta antisindacale della multinazionale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала