Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sono 12.100 i morti evitati grazie al vaccino Covid-19, lo dice uno studio Iss-Kessler

© Filippo AttiliInfermiera prepara un vaccino
Infermiera prepara un vaccino - Sputnik Italia, 1920, 16.11.2021
Seguici su
12.100 morti evitati in Italia grazie alla campagna vaccinale contro il coronavirus, dalla sua introduzione fino al 30 giugno 2021.
A dirlo è una ricerca congiunta dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e l’Istituto Bruno Kessler.
Dal 27 dicembre 2020 al 30 giugno 2021, quindi, evitati 12.100 morti. Una ricerca che non tiene conto dell’estate e di questo inizio di autunno che ha visto una recrudescenza della situazione. In definitiva, i morti evitati potrebbero essere di svariate migliaia in più.
La variante delta di cui tanto si è parlato nei mesi scorsi, in Italia è stata in gran parte domata grazie all’accelerazione nelle vaccinazioni avvenuta nei mesi di luglio e agosto del 2021, quando anche i ragazzi fino a 12 anni hanno iniziato a vaccinarsi per ottenere il green pass.

Immunità di gregge un miraggio

Lo studio afferma anche che l’immunità di gregge è sostanzialmente un miraggio, dal momento che “la diffusione globale della variante Delta, altamente trasmissibile, ha probabilmente soppresso le possibilità residue di eliminazione del virus Sars-Cov-2 attraverso la sola immunità di gregge”, scrive l’Huffingtonpost.
I dati sono frutti di modelli matematici ipotizzati su vari scenari con o senza il vaccino, e con più o meno livelli di socializzazione della popolazione nell’arco temporale preso come riferimento.
92.339.533 sono le dosi di vaccino somministrate in totale fino ad oggi in Italia; 45.481.736 persone (84,21% della popolazione over 12) hanno completato la vaccinazione.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала