Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

"Siamo contro l'aborto...". Ed è bufera su Alfonso Signorini al Grande Fratello Vip

CC BY-SA 4.0 / Gruppo Mondadori / Alfonso Signorini (Cropped photo)Alfonso Signorini, direttore della rivista Chi (Mondadori).
Alfonso Signorini, direttore della rivista Chi (Mondadori). - Sputnik Italia, 1920, 16.11.2021
Seguici su
La frase pronunciata dal conduttore scatena un vespaio di polemiche. La replica di Selvaggia Lucarelli: "Vai a dirlo alle vittime di stupri". E la Meloni lo difende: "In democrazia non esiste il pensiero unico".
"Noi siamo contrari all'aborto in ogni sua forma”. La frase è stata pronunciata da Alfonso Signorini in diretta tv durante l’ultima puntata del Grande Fratello Vip, durante una gag con Giucas Casella.
L’argomento è lo scherzo sull’accoppiamento della cagnolina del concorrente con un cane di grossa taglia. Si parla della possibilità che arrivino dei cuccioli. Casella è assolutamente contrario e tra le ipotesi spunta fuori anche quella di una possibile interruzione di gravidanza per l'animale.
È a quel punto che Signorini sbotta e mette in chiaro di essere contrario all'aborto. “Anche quello dei cani non ci interessa”, chiarisce il conduttore. Ma dopo pochi minuti sui social si scatena una vera e propria bufera.
La prima a intervenire è l’opinionista Selvaggia Lucarelli che su Instagram si rivolge direttamente al conduttore definendolo “omosessuale pro-life”.
“Caro Alfonso Signorini, non so a nome di chi credi di parlare, ma NOI abbiamo votato a favore dell’aborto con un referendum che ha la mia età, quindi fammi questo favore: parla per te e per il tuo corpo, visto che non rappresenti né il Paese né il corpo delle donne”, scrive l’influencer.
“E già che ci siamo: - attacca - anziché a Giucas Casella, nel silenzio generale delle donne in studio, queste frasi valle a dire a chi è costretto all’aborto terapeutico, alle vittime di stupri etnici, alle donne che scelgono in piena libertà e a chiunque abbia una storia un po’ più complessa da raccontarti che “Bettarini ha bestemmiato al grande fratello, espulso!”. Il moralismo ortodosso urlato al megafono del reality dal conduttore omosessuale pro life, ci mancava solo questo”.
A scagliarsi contro Signorini è anche Più Europa, che su Twitter accusa il presentatore di paragonare “il diritto all'aborto di una donna a quello di un cane, con un non meglio precisato ‘noi’”. “Ma noi chi?”, incalzano dal partito.
Difende il conduttore, invece, la deputata di Fratelli d’Italia, Augusta Montaruli. “Il migliore mondo è quello in cui l’aborto è consentito ma nessuna è costretta a ricorrervi perché lo Stato ti aiuta a superare difficoltà che altrimenti stroncherebbero una vita. – scrive in un tweet - In tal senso si è contrari all’aborto bene chi ha coraggio di dirlo”.
Dello stesso avviso Maria Rachele Ruiu, della onlus Pro Vita e Famiglia che replica alla giornalista: "Se davvero la Lucarelli tifa libertà, si spendesse perché alle donne venga proposta l’altra possibilità, perché davvero la società accolga le fragilità, le paure, le difficoltà delle donne davanti a un figlio inaspettato o fragile". "Nessuna donna desidera abortire: - rimarca l'attivista - una donna abortisce quando pensa di non poter fare altrimenti".
Solidarietà è stata espressa anche da Giorgia Meloni. "In queste ore, - scrive su Facebook - Alfonso Signorini è vittima di un vero e proprio linciaggio online per aver espresso un'opinione - che può essere condivisibile o meno - sull'aborto. Mi rammarica apprendere che, questa aggressione a suon di offese e insulti, provenga e sia fomentata dagli stessi che si ergono a paladini del rispetto e dei diritti".
"In democrazia - conclude - non può esistere un pensiero unico. Fatevene una ragione".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала