Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mille dollari al secondo: guadagni smodati per Pfizer, BioNTech e Moderna grazie ai vaccini

Dollari - Sputnik Italia, 1920, 16.11.2021
Seguici su
Ben 93milioni al giorno, 3,8 milioni all’ora, quasi 65mila al minuto e più di mille dollari al secondo.
L'Ong People's Vaccine Alliance, che si batte per l'accesso dei Paesi poveri al vaccino, ha stimato che i tre gruppi farmaceutici Pfizer, BioNTech e Moderna quest’anno otterranno profitti per 34 miliardi di dollari; in altre parole, 93milioni al giorno, 3,8 milioni all’ora, quasi 65mila al minuto e più di mille dollari al secondo.
Secondo la Ong, questi gruppi farmaceutici hanno accumulato queste enormi ricchezze vendendo la stragrande maggioranza delle loro dosi ai Paesi ricchi, a spese delle nazioni meno sviluppate, dove il tasso di vaccinazione rimane molto basso, deplora l'associazione.
Parlando in termini di utili netti, la Vaccine Alliance stima che Pfizer, Moderna e BioNtech abbiano registrato un fatturato cumulato di 82,3 miliardi di dollari in nove mesi, per 33 miliardi di dollari di utile al netto delle imposte, gran parte del quale legato ai loro vaccini anti-Covid. Considerando, grosso modo, che tutti i profitti di Moderna e BioNtech sono legati ai loro vaccini e che il 37% dei profitti di Pfizer sono legati al suo vaccino anti-Covid, il risultato netto dei tre gruppi, generato solo dai vaccini, si avvicina quindi a 21,3 miliardi di dollari. Questo solo da gennaio a settembre, solo derivante dai vaccini e al netto delle imposte.

L’accusa

"È indecente che alcune aziende stiano intascando milioni di dollari di profitti ogni ora, quando solo il 2% delle persone nei paesi a basso reddito è stato completamente vaccinato contro il coronavirus", ha lamentato Maaza Seyoum, della filiale africana di People's Vaccine.
L'Alleanza stima inoltre che, nonostante un finanziamento pubblico di oltre 8 miliardi di dollari, Pfizer, BioNTech e Moderna abbiano tutte respinto le richieste di trasferire la tecnologia dei vaccini ai produttori dei paesi a basso reddito tramite l'intermediazione dell'OMS, "una misura che potrebbe aumentare l'offerta globale, abbassare i prezzi e salvare milioni di vite", ha rimarcato.
La People's Vaccine Alliance esorta quindi i colossi farmaceutici a revocare immediatamente i brevetti che proteggono i vaccini anti-Covid, attraverso un'iniziativa dell'Organizzazione mondiale del commercio, attorno alla quale continuano le trattative.
La ONG People's Vaccine Alliance, che si batte per una migliore distribuzione dei vaccini in tutto il mondo, tra i suoi 80 membri annovera organizzazioni come la Oxfam, la confederazione internazionale di organizzazioni non-profit che si dedicano alla riduzione della povertà globale e Onusida, il Programma delle Nazioni Unite per combattere l'HIV e l'AIDS.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала