Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

M5s, proposta di legge per vietare il fumo nei luoghi pubblici

sigarette - Sputnik Italia, 1920, 16.11.2021
Seguici su
Proposta per estendere il divieto di fumo anche in aree verdi, parchi pubblici, fermate, ma anche aree per cani, spiagge.
I pentastellati vogliono vietare il fumo anche all'aperto, nei luoghi pubblici.
La proposta di legge arriva alla Camera dei deputati, su proposta di alcuni parlamentari del Movimento5Stelle e con primo promotore del disegno Francesco Berti, seguito da Luca Barbetta, Sivana Nappi e Sabrina de Carlo.
L'idea prende spunto dai provvedimenti già presi in tal senso da parte del Comune di Milano e delle grandi capitali europee.
Cinque cattivi abitudini che compromettono il nostro cuore - Sputnik Italia, 1920, 15.10.2021
Rimanere sani: cinque cattive abitudini che compromettono il nostro cuore
L'articolo 1 della proposta recita:

"Estensione del divieto di fumo anche alle aree destinate al verde pubblico, aree attrezzate destinate alle attività ricreative dei bambini, alle fermate di tutti i mezzi pubblici, alle aree cimiteriali, alle aree per cani, agli arenili, alle spiagge e alle aree demaniali costiere e alle aree all'aperto di pertinenza delle strutture sportive".

La proposta si inserisce nella discussione sui seri rischi per la salute che l'esposizione non da ultimo al fumo passivo comporta.
"L'esposizione al fumo passivo è un problema mondiale ed è considerato un fattore di rischio per la salute, in particolare per le donne in gravidanza e per i bambini, specialmente per le malattie. L'esposizione prenatale al fumo di sigaretta è stata a lungo associata a riduzione della crescita fetale, nascita pretermine, preeclampsia nelle gravide, asma ed obesità infantile e a conseguenze a lungo termine sullo stato di salute psicologico del nascituro", spiegano i firmatari della proposta di legge, come riporta La Stampa.
Il fumo negli spazi pubblici comporta poi notevoli danni all'ambiente, se pensiamo ai milioni di mozziconi non biodegradabili che vengono gettati ogni anno per strada, ma anche in parchi e addirittura nei fiumi e in mare, con un gesto che se per molti è abituale, denota, oltre che alla maleducazione in sé, anche totale disinteresse per l'ambiente.

"L'Oms stima che tra i 340 e i 680 milioni di chilogrammi di mozziconi vengono gettati via ogni anno: essi rappresentano dal 30 al 40 per cento di tutti i rifiuti raccolti in mare e dalla nettezza urbana", riporta sempre La Stampa.

Non solo i mozziconi, se si pensa ai pacchetti, agli imballaggi, alle plastiche che racchiudono i pacchetti, spesso ad essere gettati a seguire la sorte delle sigarette.
La proposta prevede quindi di allargare il "divieto di fumo anche alle aree destinate al verde pubblico, aree attrezzate destinate alle attività ricreative dei bambini, alle fermate di tutti i mezzi pubblici, alle aree cimiteriali, alle aree per cani, agli arenili, alle spiagge e alle aree demaniali costiere e alle aree all'aperto di pertinenza delle strutture sportive".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала