Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Cosa succede a Natale in caso di zona gialla? Addio a 53 mila ristoranti

© Sputnik . Evgeny UtkinRistorante El Molin di Cavalese
Ristorante El Molin di Cavalese - Sputnik Italia, 1920, 16.11.2021
Seguici su
Cosa potrebbe accadere a Natale se le Regioni dovessero cascare nell’incubo della zona gialla? Nessun ristorante vuol pensarci, ma Coldiretti si fa il problema e analizza la situazione partendo dalle aree del paese più a rischi, tra cui la Provincia autonoma di Bolzano, la Liguria, il Friuli Venezia Giulia, il Veneto e la Valle d’Aosta.
Il rischio è che scatterebbero immediatamente le limitazioni per quanti si possono sedere al tavolo, cioè il limite di 4 persone al tavolo tra parenti, amici, conviventi, congiunti e affini.
53 mila sarebbero i ristoranti a rischio secondo Coldiretti e le regioni del nord chiamate in causa potrebbero perdere anche quest’inverno 3,8 milioni di turisti italiani.
Tutto questo perché 5 milioni di italiani si rifiutano di vaccinarsi contro il coronavirus, pur essendo disponibile il vaccino gratuitamente a tutti.
Coldiretti si preoccupa dei ristoranti perché sono quelli che comprano i prodotti dei suoi associati. Se chiudono i ristoranti, o questi ultimi riducono il numero di coperti, di conseguenza si verificheranno riduzioni di fatturato anche per attività agricole e zootecniche legate al settore della ristorazione e degli agriturismi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала