Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Le città intelligenti avranno bisogno di sicurezza informatica. Il progetto CitySCAPE

© Sputnik . Kirill Kallinikov / Vai alla galleria fotograficaKaspersky
Kaspersky - Sputnik Italia, 1920, 15.11.2021
Seguici su
Per città intelligente (smart city), in linea generale, si intende una città dove i servizi pubblici sono connessi ad Internet per migliorare la loro funzionalità e migliorare la qualità della vita dei cittadini.
Parte integrante di una città intelligente del futuro sarà la mobilità intelligente (smart mobility) che, interconnettendo tra loro le automobili, i mezzi di trasporto pubblici e privati, consentirà una gestione del traffico più ottimale e anche una migliore prevenzione degli incidenti cittadini.
Avere una città fortemente connessa alla rete Internet e di conseguenza un servizio di trasporto multimodale, richiederà un forte e attento impegno nella sicurezza informatica.
Mezzi di trasporto tra loro interconnessi, in cui alcuni veicoli saranno anche governati dalla guida autonoma, potrebbero essere in alcuni scenari usati come arma per compiere attentati o per creare scompiglio nei centri urbani allo scopo di congestionare il traffico.
L’Unione Europea ha preso seriamente in considerazione la sicurezza informatica per il trasporto multimodale e così, attraverso il progetto Horizon 2020, ha finanziato lo sviluppo di varie soluzioni di livello europeo.
Una di queste si chiama progetto CitySCAPE, al quale partecipano 15 partner provenienti da sei nazioni europee, e per l’Italia fa da capofila Kaspersky Italia.
L’Unione Europea, scrive Kaspersy, considera il settore dei trasporti “critico fin dal 2016 e strategico sia per la transizione green, sia per quella digitale nell’ambito dei differenti progetti per le smart cities”.

Analisi del rischio informatico nelle Smart cities

Obiettivo del progetto CitySCAPE, spiega Kasperky Italia, è di introdurre “tecniche innovative di analisi del rischio” e trovare soluzioni software sotto forma di “kit di strumenti interoperabili” che si possano integrare in qualsiasi sistema di trasporto multimodale e garantirne la sicurezza informatica contro attacchi da parte di pirati informatici (lupi solitari) o di gruppi bene organizzati.
Il coordinatore del progetto per Kaspersky Lab, Amedeo D’Arcangelo, ha spiegato che le soluzioni da loro proposte sono in fase di ricerca e sviluppo anche con la collaborazione di due città pilota, le quali stanno testando nella pratica le soluzioni da loro ottimizzate.

Come si protegge una Smart Cities

In questa fase il progetto CitySCAPE e le sue soluzioni tecnologiche, sono state implementate nei software dei servizi di trasporto pubblico della città pilota. Anche le applicazioni mobile per Android e iOS usate dai cittadini sono protette dal sistema.
In particolare, nelle applicazioni scaricate dai cittadini viene assicurata la sicurezza dei loro dati personali e dei dati finanziari quando acquistano l’abbonamento o il biglietto dell’autobus cittadino.
Il sistema funziona un po’ come l’antivirus su di un computer, ma su scala più vasta e con compiti molto più complessi. La società di gestione del servizio di trasporto pubblico ottiene in questo modo informazioni in tempo reale su eventuali attacchi informatici in corso, su potenziali minacce ai sistemi del trasporto pubblico che sono state rilevate in altri contesti geografici.
Kaspersky, inoltre, ha lanciato un programma educativo di tipo ludico per i cittadini, che si basa su un gioco disponibile in app e il cui obiettivo è aiutare chi è meno avvezzo con le tecnologie, ad imparare l’uso delle nuove applicazioni che diventeranno la base nella gestione delle città intelligenti del domani.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала