Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

14 enne originaria del Bangladesh non intende indossare il burqa: pestata dalla famiglia

© AP Photo / Fred ErnstIn this Thursday, Nov. 30, 2006 file photo Unidentified women are seen wearing a niqab during a demonstration outside the Dutch parliament against a proposed ban on the burqa, in The Hague, Netherlands. Belgian politicians will vote on April 22, 2010 on whether to ban the burqa and other body and face covering attire. The proposed ban could become law by July and apply to all public places, including streets
In this Thursday, Nov. 30, 2006 file photo Unidentified women are seen wearing a niqab during a demonstration outside the Dutch parliament against a proposed ban on the burqa, in The Hague, Netherlands. Belgian politicians will vote on April 22, 2010 on whether to ban the burqa and other body and face covering attire. The proposed ban could become law by July and apply to all public places, including streets - Sputnik Italia, 1920, 15.11.2021
Seguici su
Una ragazza di 14 anni originaria del Bangladesh e che vive a Ostia con tutta la famiglia, si è rifiutata di indossare il burqa ed è stata pestata dalla madre e dal fratello.
La ragazza è finita in ospedale con trauma cranico. Da mesi la ragazza viveva in condizioni di repressione e minacce continue. Lo riporta Fanpage.
In famiglia l’avevano minacciata e detto che se non si fosse comportata secondo le loro leggi, l’avrebbero riportata in Bangladesh.
La ragazza si è rivolta ai carabinieri di Ostia per ottenere supporto dopo essersi ritrovata in una condizione di isolamento completo.
La ragazza ha raccontato ai militari che la famiglia la obbligava a vivere secondo le leggi dell’Islam e non secondo le leggi dello Stato italiano, così i carabinieri hanno informato la Procura della Repubblica e sono state avviate le indagini.
Sono stati i carabinieri ad accompagnare la ragazza in ospedale, che riportava sul volto i segni evidenti dei graffi e delle percosse ricevute dal fratello di 17 anni.
Accompagnata all’ospedale G.B. Grassi di Ostia, le è stata refertata una prognosi di due settimane per ferite e traumi riportati da percosse.
La ragazza ora vive in una casa famiglia protetta.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала