Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sudafrica, letteratura: morto a 88 anni l'indiscusso maestro dell'avventura Wilbur Smith

© AP Photo / Ben CurtisСтадо слонов на фоне горы Килиманджаро, Кения
Стадо слонов на фоне горы Килиманджаро, Кения - Sputnik Italia, 1920, 14.11.2021
Seguici su
Morto ad 88 anni l'indiscutibile maestro dell'avventura. Con le sue saghe, specie quella della famiglia "Courtney", ha fatto scoprire e sognare l'Africa a milioni di lettori. Lascia un grande vuoto tra i suoi innumerevoli fan.
Se ne è andato così, dopo una mattinata di lettura e scrittura, ad 88 anni, l'indiscusso maestro dei tanti romanzi d'avventura che hanno appassionato i lettori di tutto il mondo. Tradotto in più di trenta lingue, autore di bestseller internazionali come "Il destino del leone", "Il dio del fiume", "Come il mare", spaziando dalla storia romanzata dei primi coloni sudafricani all'epica dell'antico egitto, fino alla guerra civile americana, ma anche l'apartheid, tema cruciale per la sua terra, l'Africa.
Era nato il 9 gennaio del 1933 nella Rhodesia del Nord, l'attuale Zambia. Il padre, Herbert, lavorava nel campo della metallurgia, ma è dalla madre Elfreda che viene incoraggiato nel campo delle arti. Laureato in scienze commerciali, inizia la sua carriera lavorativa come contabile, ma coltiva fin da subito la sua vera passione: la scrittura. I suoi primi fugaci tentativi nel mondo dell'arte scritta trovano però un netto rifiuto. Circa una ventina tra editori europei ed americani, infatti, si rifiutano di pubblicarlo, fino a quando viene contattato da un editore londinese. Da allora Wilbur Smith raggiungerà un successo mondiale, arrivando a ben 140 milioni di copie vendute, con serie televisive e film di successo incentrati sulle storie dei suoi romanzi.
Scriverà di ciò che maggiormente sentiva suo: la sua terra, l'Africa, gli animali, le avventure, la storia del suo Paese, il cammino che porterà a poco a poco il Sudafrica a staccarsi dalla grande macchia sulla sua storia, quella dell'apartheid.
Smith non era "solo" uno scrittore: aveva ottenuto anche il brevetto da pilota, era un esperto subacqueo, aveva viaggiato in lungo e in largo, era stato in Russia e in Svizzera, luoghi dove aveva perfino cercato di ricreare i suoi mondi immaginari tanto amati. Aveva un'isola privata, alle Seychelles, amava l'avventura sia nella vita che in letteratura.
Se ne è andato così, a 88 anni, nella sua casa di Città del Capo, dopo aver ancora una volta, letto e scritto, nel suo studio. Vicino a lui la sua quarta moglie.
L'annuncio viene dato sulla pagina ufficiale del maestro:
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала