Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Josep Borrell è contro i muri per risolvere crisi migratoria: oggi più muri che ai tempi di Berlino

© AP Photo / Virginia MayoL'alto rappresentante per la politica estera e sicurezza dell’UE Josep Borrell
L'alto rappresentante per la politica estera e sicurezza dell’UE Josep Borrell  - Sputnik Italia, 1920, 14.11.2021
Seguici su
L'Alto rappresentante Ue per la politica estera, Josep Borrell, ritiene che le barriere di confine non risolveranno il flusso migratorio dalla Bielorussia.
"Ora in Europa ci sono più muri che ai tempi del muro di Berlino. Ma i problemi degli immigrati non saranno risolti con essi", ha detto Borrell in un'intervista per il canale televisivo France 24.
Polonia, Lettonia e Lituania chiedono all'UE di finanziare la costruzione di barriere alle frontiere che condividono con la Bielorussia.
La Lituania ha iniziato la costruzione di una recinzione di 30 chilometri il 9 luglio, la Polonia ha iniziato a costruire una recinzione alta 2,5 metri alla fine di agosto e il 27 ottobre la Lettonia ha iniziato a costruire un muro alto quattro metri e lungo 400 chilometri al confine con la Bielorussia.
I tre paesi denunciano da mesi una valanga di attraversamenti illegali dalla Bielorussia e accusano Minsk di aver orchestrato una crisi migratoria per destabilizzare l'Unione Europea in rappresaglia alle sanzioni.
Decine di migliaia di immigrati, principalmente dall'Iraq e da altri paesi del Medio Oriente, hanno cercato finora quest'anno di attraversare i confini nordorientali dell'UE dalla Bielorussia.
Il presidente bielorusso Alexandr Lukashenko, vessato dall'Occidente in seguito alla sua controversa rielezione nell'agosto 2020 e alla repressione delle proteste seguite alla presunta frode elettorale, ha avvertito lo scorso giugno che Minsk non ha "né soldi né forza" per contenere il flusso di migranti.
Le autorità polacche hanno dichiarato lo stato di emergenza nei territori di confine con la Bielorussia e l'esercito e la polizia sono coinvolti nella protezione dei confini.
Da parte loro, le guardie di frontiera bielorusse accusano i loro colleghi in Lettonia, Lituania e Polonia di espellere con la forza i richiedenti asilo.
I rifugiati sulla terra in un campo di migranti illegali al confine bielorusso-polacco nella regione di Grodno, in Bielorussia. - Sputnik Italia, 1920, 14.11.2021
Putin: Russia disponibile a risolvere crisi migratoria al confine tra Polonia e Bielorussia
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала