Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ecuador: situazione tornata alla normalità dopo ennesimo massacro in carcere

Carcere - Sputnik Italia, 1920, 14.11.2021
Seguici su
Sedata la rivolta nel carcere di Guayaquil, in Ecuador, ora si fa la conta dei morti: 68 in tutto. Solo lo scorso settembre vi era stato un altro massacro che aveva registrato 118 vittime. Il portavoce del governo del Paese ha riferito in conferenza stampa che farà "importanti annunci sulle misure da adottare in materia di carceri e affollamento".
Situazione ritornata nella norma nel carcere di Guayaquil, dopo che scontri all'interno della struttura tra persone appartenenti a gang rivali, hanno portato alla morte di ben 68 detenuti.

"In questo momento, la situazione è sotto controllo in tutto il penitenziario".

Lo ha riferito il portavoce del governo ecuadoriano, Carlos Jijo'n, riporta rainews24.
Ieri si era avuta la notizia anche di 10 prigionieri feriti e del ritrovamento di un fucile e di una dozzina di candelotti di dinamite. Nel carcere erano intervenute le unità tattiche della Polizia.
La Procura ha riferito di aver attivato personale delle Forze Speciali, che al momento ha raccolto indicazioni e prove all'interno del carcere sui fatti di sangue accaduti nel comprensorio carcerario.
Ha anche riportato di aver aperto un'inchiesta sugli eventi violenti iniziati nella serata di venerdì e protrattisi fino a ieri mattina all'interno del Penitenziario. I disordini, registrati dalla notte di venerdì 12 novembre, sono stati causati da un vuoto di potere dopo il rilascio di un leader di una delle bande, riportano i media.
Dopo la carneficina, erano scoppiati ulteriori tumulti, poi definitivamente sedati tra la serata di ieri e la mattina di oggi. 900 gli agenti usati per riportare l'ordine nel penitenziario.
Si presuppone che gli scontri siano legati al traffico di droga e al contendersi il territorio di spaccio tra bande rivali.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала