Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Medicina rigenerativa, molecole danzanti riparano midollo spinale: topo torna a camminare

© Depositphotos / RalwelMolecola di coronavirus
Molecola di coronavirus - Sputnik Italia, 1920, 13.11.2021
Seguici su
Un brivido corre lungo la schiena nel leggere la ricerca in corso negli Stati Uniti presso la Northwestern University, dove utilizzando una tecnica di medicina rigenerativa i ricercatori hanno permesso a topi paraplegici di tornare a camminare e correre su quattro zampe.
Le speciali molecole “danzanti” sono state iniettate nel topo come un normale farmaco ed hanno agito per quattro settimane. Al termine del periodo di osservazione, e con una sola iniezione, i topi sono tornati a camminare con le zampe posteriori.
La cura, per ora del tutto sperimentale e solo su topi da laboratorio, prevede che le speciali molecole danzanti raggiungano la lesione e, interagendo efficacemente con i recettori delle cellule, ne stimolano la rigenerazione, riparando il midollo spinale danneggiato.
Non un miracolo, ma il progresso della scienza medica che sa regalare all’umanità vaccini come il coronavirus, per debellare una malattia, e cure mediche all’avanguardia, per curare altre patologie invalidanti.
La ricerca, riporta l’Ansa, è pubblicata sul sito della prestigiosa rivista scientifica Science.
Ora i ricercatori dell’Università statunitense si sono rivolti alla Food and Drug Administration (Fda), ente di controllo e regolamentazione dei farmaci e delle cure negli Stati Uniti, per ottenere ulteriori autorizzazioni sperimentali, per tentare l’applicazione su casi di persone paraplegiche.

I campi d’uso della terapia

La cura potrebbe risultare utile, in futuro, per curare i traumi spinali dovuti a incidenti, oltre a ripristinare parte, o la totalità, dei danni arrecati da un ictus o dalle malattie neurodegenerative come il Parkinson, l’Alzheimer, ed anche la Sclerosi laterale amiotrofica (Sla).

Come funziona la terapia delle molecole “danzanti”?

Ai topi è stata iniettata una soluzione locale, composta da un liquido che si addensa formando una rete di nanofibre complessa, che possiamo paragonare ad una matrice extracellulare del midollo spinale.
In pratica, le molecole operano come dei microscopici muratori, che innalzano un'impalcatura di sostegno nella zona della lesione spinale e quindi procedono con la riparazione, attraverso un complesso meccanismo cellulare che fa muovere rapidamente le cellule riparatrici.
L’impalcatura creata dalla terapia sperimentale consente di controllare il movimento di oltre 100 mila molecole, che si spostano tra le nanofibre per riparare le lesioni del midollo spinale.
Quello che i ricercatori hanno scoperto è che l’impalcatura è in grado di effettuare vari tipi di riparazioni, come la ricostituzione della mielina, che riveste le trasmissioni nervose e riduce le cicatrici sul rivestimento (che sono la causa dell’ostacolo alla riparazione).
Le molecole sono in grado anche di stimolare la rigenerazione dei prolungamenti dei neuroni, consentendone il perdurare del collegamento (evitando la perdita di memoria), ma anche di stimolare la formazione di nuovi vasi sanguigni che alimentano le cellule.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала