Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Europa, testata polacca predice una nuova guerra del gas

© Foto : Press Service Eugal  / Vai alla galleria fotograficaСтроительство газопровода "Северный поток-2" в Германии
Строительство газопровода Северный поток-2 в Германии - Sputnik Italia, 1920, 13.11.2021
Seguici su
Le minacce del presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko di sospendere il transito del gas potrebbero provocare una nuova guerra del gas con l'Europa, secondo il portale polacco Defense24.
Secondo l'autore dell'articolo, Yakub Vekh, Minsk non avrebbe in realtà potuto sostenere una simile dichiarazione senza l'approvazione di Mosca, che è "responsabile" dell'attuale crisi energetica in Europa. La situazione attuale fa il gioco della Russia, poiché aiuta ad accelerare la messa in servizio del Nord Stream-2 e aiuta anche a convincere i paesi dell'UE a continuare a concludere contratti per la fornitura di gas a lungo termine.
Allo stesso tempo, secondo il giornalista, la sospensione del transito del gas da Minsk potrebbe servire come ulteriore argomento per il Cremlino a favore del nuovo gasdotto, in quanto dimostrerebbe "l'inaffidabilità degli Stati di transito".
Il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko interviene al comizio a suo sostegno a Minsk - Sputnik Italia, 1920, 11.11.2021
Lukashenko minaccia di "tagliare il gas" all'Europa in caso di nuove sanzioni
"La Russia ha da tempo dimostrato di sapere come utilizzare le sue risorse energetiche per raggiungere obiettivi politici. L'ultimo incidente su larga scala di questo tipo è avvenuto nel 2009. Poi i russi, avendo ridotto le forniture di gas attraverso l'Ucraina, hanno costretto gli europei a utilizzare le strategiche riserve di questo carburante", ha sottolineato l'autore dell'articolo, rilevando che l'attuale crisi potrebbe portare a una ripetizione degli eventi di 12 anni fa.
In precedenza, Lukashenko aveva consigliato all'UE di pensare al transito di gas e merci che passano attraverso la Bielorussia, prima di imporre sanzioni contro Minsk. Ha ricordato che il principale gasdotto di esportazione Yamal-Europa attraversa proprio il sui Paese, e recentemente il volume di transito del gas dalla Russia all'Occidente è notevolmente aumentato.
I prezzi del gas in Europa sono aumentati notevolmente in agosto-settembre. Se in estate il prezzo stimato dei futures più prossimi sull'indice TTF olandese era di circa 515 dollari per mille metri cubi, alla fine di settembre la cifra era più che raddoppiata. Gli esperti hanno attribuito questo cambiamento a diversi fattori: il basso tasso di occupazione degli impianti di stoccaggio sotterranei europei, l'offerta limitata dai principali fornitori e l'elevata domanda di gas naturale liquefatto in Asia.
Il massimo storico - 1.937 dollari - del prezzo del gas era stato raggiunto il 6 ottobre, dopo di che i prezzi del carburante hanno iniziato a scendere. Il primo di novembre, per la prima volta in un mese e mezzo, il prezzo dei futures è sceso sotto i 750 dollari per mille metri cubi.
Il 9 novembre, Gazprom ha annunciato di aver approvato e iniziato ad attuare un piano per pompare gas in cinque impianti di stoccaggio sotterraneo europei (UGS) per novembre, dopo il riempimento di quelli russi. L'ordine corrispondente per l'azienda è stato dato da Vladimir Putin in persona. Il capo di Stato ha ordinato di aumentare le scorte negli impianti di stoccaggio in Austria e Germania. È in questi due Paesi che Gazprom ha cinque impianti di stoccaggio sotterraneo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала