Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Di Maio oltre le minacce dell'Isis: nessun passo indietro nella lotta contro terrorismo

© SputnikLuigi Di Maio
Luigi Di Maio - Sputnik Italia, 1920, 13.11.2021
Seguici su
"L'attenzione contro il terrorismo deve essere massima", ha sottolineato il titolare della Farnesina, oggetto di nuove minacce dei terroristi dell'Isis.
Dopo le minacce ricevute dai terroristi dell'Isis* nei giorni scorsi, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio è intervenuto con un post su Facebook per ribadire che l'impegno dell'Italia contro il terrorismo non è scalfito in alcun modo dalle intimidazioni.
"L'Italia non fa passi indietro sulla lotta all'Isis e al terrorismo. Stiamo dando il massimo su questo fronte, e ne è dimostrazione la riunione della Coalizione anti-Daesh, che abbiamo organizzato, per la prima volta in Italia, a giugno scorso e che ho copresieduto con il collega americano Tony Blinken".
Ha poi ricordato l'impegno con il capo della diplomazia statunitense nella lotta contro il terrorismo in Africa.
"Oggi sono contento di annunciare che a dicembre insieme a Tony Blinken apriremo la riunione della Coalizione che avvierà la “piattaforma” per la lotta al terrorismo in Africa. Un progetto che mira ad estirpare il terrorismo islamico in varie aree del continente. Il nostro impegno è sotto gli occhi di tutti, l’Italia è in prima linea per contrastare ogni proliferazione terroristica. Lo facciamo per difendere il nostro popolo e le future generazioni. Lo facciamo per ricordare la memoria delle troppe vittime di attentati terroristici. Ringrazio tutti per la solidarietà, simbolo della nostra compattezza davanti alle minacce terroristiche. Andiamo avanti sempre uniti".
Nel corso del post Di Maio ha fatto riferimento anche al sesto anniversario della strage del Bataclan a Parigi per mano dell'Isis, in cui ha perso la vita una cittadina italiana.
"La vita non è barattabile con nulla, l'attenzione contro il terrorismo deve essere massima. Oggi, il nostro pensiero va alla famiglia di Valeria Solesin. Proprio oggi, infatti, ricorre il sesto anniversario della strage del Bataclan. Un attentato terroristico che causò la morte di 130 persone, tra queste c’era anche un’italiana, proprio Valeria".
In precedenza Al Naba, rivista propagandistica dell'Isis, aveva preso di mira Roma e il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, pubblicando frasi intimidatorie, rinnovando le minacce all'indirizzo del titolare della Farnesina rivolte la scorsa estate.
* Organizzazione terroristica vietata in Russia e molti altri Paesi (nota anche come Daesh o Stato Islamico)
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала