Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Britney Spears: da oggi ufficialmente libera, non sarà più sotto la tutela del padre

© AP Photo / Rich FuryBritney Spears
Britney Spears  - Sputnik Italia, 1920, 13.11.2021
Seguici su
"Il miglior giorno di sempre": il giudice di Los Angeles mette definitivamente la parola fine al mandato di tutela nei confronti della cantante, dopo 13 anni.
A settembre, un tribunale di Los Angeles aveva sospeso il padre di Britney Spears, Jamie Spears, dalla sua controversa tutela. Il suo avvocato, Vivian L. Thoreen, aveva definito la sospensione come "una perdita per Britney".
Oggi, il mandato di tutela nei confronti di Britney Spears, durato per ben 13 anni, come ordinato dal tribunale, è ufficialmente giunto al termine, a seguito della decisione di questo venerdì del giudice della Corte Superiore della contea di Los Angeles, Brenda Penny.

"La tutela della persona e del patrimonio di Britney Spears non è più richiesta", ha detto il giudice Penny venerdì, secondo il New York Times.

I fan si erano radunati fuori dal tribunale di Los Angeles per sostenere la Spears, che aveva descritto la tutela come abusiva.
Suo padre Jamie, in precedenza, aveva detto che la tutela fosse "necessaria", ma si era anche dichiarato d'accordo con il fatto che fosse tempo per lei "di riprendere il controllo della propria vita".
"La sua vita era nel caos ed era in difficoltà fisiche, emotive, mentali e finanziarie", hanno detto gli avvocati che rappresentano Jamie Spears in precedenti documenti del tribunale.
Le preoccupazioni finanziarie in corso per la 39enne continueranno a essere comunque gestite da un nuovo amministratore del patrimonio, ha dichiarato la giudice, ma finisce la tutela giuridica nei confronti della cantante da parte del padre. Patrimonio a parte, Britney Spears potrà riprendere il controllo sulla propria vita.
"Penso che piangerò per il resto della giornata", ha detto la pop star in un post su Instagram, affermando come questo fosse il "miglior giorno di sempre."

"Britney Spears ha dovuto affrontare un incubo decennale, un incubo kafkiano orchestrato da suo padre", ha detto l'avvocato della popostar, Matthew Rosengart, ad una folla fuori dal tribunale di Los Angeles.

La tutela nei confronti della cantante aveva potere decisionale non solo sulle finanze della stessa, ma anche sulla carriera e su importanti questioni personali, come le sue visite ai figli adolescenti e sul fatto che la cantante potesse o meno risposarsi.

Sulle questioni finanziarie della cantante, poi, come parte della sentenza, il giudice Penny ha affermato che il contabile che ha prestato servizio come conservatore temporaneo dovrà mantenere alcuni poteri per risolvere alcune controversie ancora in corso.
Matthew Rosengart, avvocato della Spears, ha detto a una folla di fan che la decisione del venerdì, ''è una decisione solenne, qualcosa da celebrare".
Rivolgendosi alla folla fuori dal tribunale, l'avvocato della Spears ha elogiato il "coraggio" della cantante durante le udienze in tribunale.
Ha detto di essere orgoglioso del fatto che lei avesse "fatto luce sulle tutele dalla California a New York" e che, come risultato dell'importante, quanto dolorosa, testimonianza della cantante, "sia stata approvata una nuova legislazione per cercare di garantire che tutele (incommensurate) come questa... non accadano ancora".
Rosengart ha rivelato che il giudice ha condiviso la richiesta della Spears di non sottoporsi a una valutazione psicologica, che viene tradizionalmente condotta in tali casi.

"Voglio porre fine alla tutela senza dover essere valutata", aveva detto la Spears alla corte a giugno.

Alla domanda se la 39enne riprenderà a esibirsi, Rosengart ha dichiarato che la decisione spetta ora interamente alla Spears.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала