Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

A Kiev arriva il Black Friday sui bebè: la clinica ucraina lancia gli sconti sull'utero in affitto

CC0 / / Bambino neonato
Bambino neonato - Sputnik Italia, 1920, 13.11.2021
Seguici su
È polemica sulla scelta della clinica ucraina BioTexCom che, in occasione del Black Friday, ha annunciato uno sconto del 3% sull'acquisto dei pacchetti per ottenere un figlio con la maternità surrogata.
“Affrettati a realizzare il sogno di avere un bambino”. Con questo slogan, la BioTexCom, clinica ucraina dove si può “acquistare” un figlio attraverso la pratica della maternità surrogata, lancia il suo “Black Friday” sui bebè.
Dal 15 al 26 novembre, si legge sul sito della clinica di Kiev, sarà possibile usufruire di uno sconto del 3% sui pacchetti di surrogacy e fecondazione in vitro.
E il risparmio è notevole. Per fare un esempio, approfittando della promozione, il pacchetto all-inclusive Vip da 64mila euro costa quasi 2mila euro in meno.
Comprende un numero "illimitato" di tentativi, con possibilità di scelta del sesso del nascituro e un tempo di attesa massimo di 4 mesi.

Un figlio “a-porter”, insomma, che, come ogni altro articolo con il prezzo sul cartellino, potrà beneficiare degli sconti per la giornata delle occasioni made in Usa, che cade il 26 novembre, il giorno successivo alla festa del Ringraziamento.

Peccato che la clinica, come ricorda Avvenire, sia la stessa protagonista dello scandalo dei 60 bambini nati con la pratica dell’utero in affitto e parcheggiati in un albergo durante il lockdown, in attesa dello sblocco dei voli verso l’Ucraina. E ancora, che dietro il sogno di avere un bambino su commissione ci sia lo sfruttamento del corpo di centinaia di donne.
Gli effetti collaterali della mercificazione dei corpi di mamme e figli si leggono sulle pagine di cronaca dei quotidiani. È di qualche giorno fa, e arriva sempre da Kiev, la storia di una bambina abbandonata per un anno alle cure di una babysitter da una coppia di genitori italiani che l’avevano commissionata, per poi sparire senza lasciare traccia dopo aver, evidentemente, cambiato idea.
È stata proprio la ragazza ad allertare le autorità italiane, che hanno fatto rientrare la bambina nel nostro Paese per darla in affidamento. Un caso del genere, ricorda sempre il quotidiano dei vescovi, si era già verificato con una bimba nata con un handicap da maternità surrogata, e per questo abbandonata in un orfanotrofio dai committenti, una coppia di americani.
Lo SCIP riporta in Italia una bimba nata da madre surrogata in Ucraina - Sputnik Italia, 1920, 12.11.2021
Utero in affitto, coppia italiana abbandona la figlia nata da madre surrogata in Ucraina
A protestare per il “Black Friday” dei bimbi c’è la Coalizione internazionale per l’abolizione della maternità surrogata (Ciams), mentre nei giorni scorsi era stata Giorgia Meloni a chiedere al governo di approvare la proposta del partito per rendere la gestazione per altri reato universale, dopo il caso del riconoscimento in Italia del figlio di una coppia di uomini nato con maternità surrogata negli Stati Uniti.
"Arrivano i saldi! Non per acquistare dei prodotti ma per comprare dei bambini. Come si può ridurre la vita umana a oggetto di scambio e umiliare la dignità della donna mercificando in questo modo il suo corpo? Continueremo a batterci in ogni sede affinché questa pratica barbara e inumana diventi reato universale", ha scritto ieri su Facebook la leader di Fratelli d'Italia a proposito dell'iniziativa della clinica ucraina.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала