Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Julian Assange, ricevuta l'autorizzazione a sposare la sua fidanzata in carcere

© Sputnik . Justin Griffiths-Williams / Vai alla galleria fotograficaСторонница Джулиана Ассанжа на митинге против экстрадиции Джулиана Ассанжа в Лондоне, Великобритания
Сторонница Джулиана Ассанжа на митинге против экстрадиции Джулиана Ассанжа в Лондоне, Великобритания - Sputnik Italia, 1920, 12.11.2021
Seguici su
Il fondatore di WikiLeaks, in carcere, Julian Assange, ha ricevuto un permesso per sposare la sua fidanzata Stella Moris, secondo quanto riportato dai media britannici.
La scorsa settimana, Assange e la Moris avevano intentato una causa contro il segretario alla Giustizia del Regno Unito Dominic Raab e il capo della prigione di Belmarsh, dove è attualmente detenuto il giornalista, per aver impedito il loro matrimonio.
Il Guardian ha riferito giovedì che la cerimonia si terrà nella prigione di massima sicurezza di Belmarsh (sud di Londra). Un rapporto separato presentato dal Sun ha dettagliato che il matrimonio potrebbe aver luogo a dicembre e che all'evento parteciperanno diversi ospiti, anch’essi incarcerati a Belmarsh.

Assange e la Moris sono fidanzati da cinque anni e hanno due figli. La coppia aveva iniziato a chiedere assistenza per potersi sposare già a partire da maggio.

Un portavoce della prigione ha detto al Guardian che la richiesta di matrimonio di Assange "è stata ricevuta, considerata, ed elaborata nel modo consueto dal direttore della prigione, come per qualsiasi altro detenuto".
È stato inoltre riferito che i detenuti possono sposarsi mentre sono incarcerati ai sensi del Marriages Act del 1983 del Regno Unito. Il costo del servizio è a carico del detenuto, se una richiesta viene approvata dalle autorità.

"Sono sollevato che la ragione abbia prevalso e spero che non ci saranno ulteriori interferenze con il nostro matrimonio", ha riferito la Moris alle agenzie di stampa.

Il fondatore di WikiLeaks era stato arrestato a Londra l'11 aprile 2019 e condannato a 50 settimane di carcere per aver saltato la cauzione nel 2012. Si era poi rifugiato all'interno dell'ambasciata ecuadoriana nella capitale del Regno Unito, per evitare l'estradizione in Svezia, dove era accusato di violenza sessuale per una denuncia, poi lasciata cadere dalla giustizia svedese.
Assange è ricercato dagli Stati Uniti con l'accusa di spionaggio, dopo che WikiLeaks ha pubblicato migliaia di documenti riservati che fanno luce sui crimini di guerra commessi dalle truppe americane in Iraq e in Afghanistan. Se messo sotto processo e condannato negli Stati Uniti, l'informatore rischia fino a 175 anni di carcere.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала