Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Green Pass basato su evidenze scientifiche, ma tamponi danno il 30% di falsi negativi - Ricciardi

Walter Ricciardi - Sputnik Italia, 1920, 12.11.2021
Seguici su
Ricciardi ha definito però i tamponi antigenici il punto debole della catena del tracciamento, vista l'alta percentuale di falsi negativi.
Il Green Pass "è una misura organizzativa basata su evidenze scientifiche. Il punto debole sono i tamponi antigenici che nei migliori dei casi danno il 30 per cento di falsi negativi”.
Ad affermarlo ai microfoni di Rainews24 è stato Walter Ricciardi, consulente del Ministero della Salute e del titolare del dicastero, Roberto Speranza.
Secondo l'esperto, "molti Paesi stanno adoperando il Green Pass solo con la copertura vaccinale o la guarigione" e questa è la direzione in cui si dovrebbe andare.
Per Ricciardi, non sono da escludere nuove "restrizioni", che potrebbero essere adottate nel momento in cui tornassero a salire in maniera significativa gli indicatori del contagio.
Pierpaolo Sileri - Sputnik Italia, 1920, 12.11.2021
Stato d'emergenza e Green pass, Sileri: verosimile la proroga oltre il 31 dicembre
Questo meccanismo, ha chiarito ancora Ricciardi, "ci ha consentito di uscire dalla terza ondata e ci consentirà di controllare anche questa".
Sebbene l'esatta incidenza dell'aumento dei casi di Covid-19 non sia calcolabile, il consulente del Ministero della Salute si è detto convinto che le infezioni cresceranno, "ma non nella misura con cui stanno crescendo negli altri Paesi perché il governo ha fatto delle scelte molto precoci, rapide ed efficaci".
Ad incidere sull'aumento dei casi, ricorda poi Ricciardi, sono anche i "7 milioni di non vaccinati" presenti in Italia.
“Quanto sarà rilevante questo aumento dipende da noi, ma se acceleriamo sulle misure come stiamo facendo io credo che rimarrà contenuto", ha aggiunto.
Carabinieri - Sputnik Italia, 1920, 12.11.2021
Milano, indagati e perquisiti i No-Green Pass che aggredirono i giornalisti in piazza

La pandemia potrebbe finire nel 2023?

Su una possibile data di fine della pandemia, Ricciardi preferisce non sbilanciarsi troppo, e ribadisce che per gli scienziati "l’emergenza è quella sanitaria e non finirà nemmeno nel 2022".

"Se il 70 per cento della popolazione mondiale sarà vaccinata entro il 2022 la pandemia potrebbe finire nel 2023", ha concluso.

I numeri del Covid-19 in Italia

Il bilancio della pandemia di Covid-19 in Italia parla di 4.835.435 casi accertati da inizio emergenza sanitaria.
Contestualmente, si registrano un totale 132.618 decessi per causa o concausa di coronavirus, e 4.595.897 guariti.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала