Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Caso Eitan, tribunale israeliano respinge il ricorso del nonno: il bambino tornerà in Italia

© Foto : Twitter / Corpo Nazionale Soccorso Alpino e SpeleologicoPiemonte, precipita cabina della funivia Stresa-Mottarone
Piemonte, precipita cabina della funivia Stresa-Mottarone - Sputnik Italia, 1920, 12.11.2021
Seguici su
La sentenza rimarrà comunque non esecutiva per sette giorni, periodo durante il quale i legali del nonno di Eitan potranno ricorrere alla Corte Suprema israeliana.
Il Tribunale distrettuale di Tel Aviv ha respinto il ricorso presentato dai legali di Shmuel Peleg, il nonno materno di Eitan Biran, che chiedeva di sovvertire la sentenza che disponeva il ritorno in Italia del piccolo.
Confermata, dunque, la sentenza favorevole ad Aya Biran, la zia paterna dell'unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone.
"Eitan è stato rapito dall'Italia verso Israele e deve ritornare al suo abituale luogo di residenza in Italia", si legge nella sentenza.
Nella disposizione, i giudici confermano, ad ogni modo, tutta la loro "comprensione per il dolore di chi ha fatto ricorso e della nonna del minorenne", ma confermano il fatto che non c'era altra scelta che respingere l'appello.
Ora gli avvocati di Shmuel Peleg avranno a disposizione 15 giorni per ricorrere, eventualmente, alla Corte Suprema.
Proprio per questo motivo la sentenza sospende la propria esecutività per sette giorni, il piccolo non potrà, per il momento, tornare a casa, in provincia di Pavia.
C'è comunque soddisfazione da parte degli avvocati della famiglia Biran, Shmuel Moran ed Avi Chimi, i quali hanno auspicato che questo sia stato "l'ultimo passaggio prima che Eitan torni alla sua famiglia e alla sua casa in Italia".

Nei giorni scorsi, il Gip della Procura di Pavia, accogliendo le accuse mosse dalla locale Procura della Repubblica, ha emesso due mandati di cattura internazionale a carico di Shmuel Peleg, nonno materno del piccolo Eitan, e di Gabriel Abutbul Alon, l'autista 50enne residente a Cipro.

I due sono sospettati di aver ordito un "piano strategico premeditato" per rapire Eitan Biran, affidato alle cure della zia paterna Aya Biran dopo la tragedia del Mottarone.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала