Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Lukashenko minaccia di "tagliare il gas" all'Europa in caso di nuove sanzioni

© Sputnik . Viktor Tolochko / Vai alla galleria fotograficaIl presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko interviene al comizio a suo sostegno a Minsk
Il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko interviene al comizio a suo sostegno a Minsk - Sputnik Italia, 1920, 11.11.2021
Seguici su
Il presidente bielorusso ha minacciato di tagliare il transito del gas verso l'Europa, se Bruxelles decreterà nuove sanzioni contro Minsk.
Il capo di stato bielorusso Alexander Lukashenko ha minacciato giovedì, 11 novembre, di bloccare il transito del gas verso l'Europa, in caso fossero applicate nuove sanzioni contro la Bielorussia per la crisi al confine con la Polonia.
"Stiamo scaldando l'Europa e ci minacciano di chiudere il confine. E se tagliassimo loro il gas naturale? Raccomando ai leader di Polonia, Lituania e altre persone senza cervello di pensare attentamente prima di parlare", ha detto Lukashenko durante una riunione ministeriale, come riferito dall'agenzia BELTA.
Лагерь нелегальных мигрантов на белорусско-польской границе - Sputnik Italia, 1920, 11.11.2021
Bielorussia-Polonia, tensione sui migranti al confine
Il presidente bielorusso, la cui rielezione non è riconosciuta dall'UE, ha anche annunciato di aver chiesto a Mosca di impegnarsi nella sorveglianza dei confini dell'Unione di Russia e Bielorussia.

"Ci hanno inviato bombardieri strategici, accompagnati dai nostri caccia. Dobbiamo monitorare costantemente la situazione al confine. [...] Sì, sono bombardieri con capacità nucleare. Ma non abbiamo altra soluzione", ha detto ancora il presidente della Bielorussia.

Sanzioni imminenti?

Ieri, la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha annunciato che l'UE avrebbe esteso le sanzioni contro la Bielorussia, accusata dall'Occidente di aver orchestrato un afflusso di migranti verso i confini europei.

Secondo fonti diplomatiche contattate dall'Afp, potrebbero essere sanzionate una trentina di personalità o enti, tra cui la compagnia aerea Belavia, e diverse agenzie di viaggio.
Finora, le sanzioni dell'UE hanno preso di mira 166 cittadini bielorussi, tra cui il presidente Lukashenko e due dei suoi figli.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала