Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaccino obbligatorio, Toti: "Non possiamo incarcerare chi non vuole farlo"

Giovanni Toti - Sputnik Italia, 1920, 10.11.2021
Seguici su
Il presidente della Liguria sul provvedimento adottato a Singapore: "Inumano non pagare le cure ai non vaccinati". Rilancia invece il lockdown per chi non ha il vaccino.
"Sui vaccini l'Italia ha funzionato meglio dell'Europa". Lo afferma il presidente della Liguria, Giovanni Toti, parlando di vaccino anti-Covid, obbligo vaccinale, cure e lockdown per i non vaccinati nel suo intervento a margine della presentazione di una piattaforma robotica ortopedica in servizio all'ospedale Galliera di Genova.
"Possiamo rendere il vaccino obbligatorio, ma non possiamo certamente incarcerare chi non vuole farlo. Abbiamo fatto il massimo per dare il senso dell'urgenza, dell'esigenza e dell'importanza di vaccinarsi e credo abbia funzionato. Se l'Italia ha funzionato meglio dell'Europa, qualche merito stavolta ce l'abbiamo", ha dichiarato Toti.
Il governatore della Liguria ha poi commentato il provvedimento adottato a Singapore nei confronti dei non vaccinati, che a partire dall'8 dicembre non riceveranno più le cure gratuite in caso di infezione.

Cure e lockdown per i non vaccinati

"Non pagare le cure ai non vaccinati sarebbe come non pagare le sale operatorie ai fumatori o le cure per il diabete per le persone sovrappeso. È qualcosa non solo di inumano, ma anche contrario al diritto", ha detto Toti, sostenendo che queste misure siano "provocazioni. Non so cosa facciano a Singapore, francamente se lo fanno sbagliano. - osserva - La sanità serve per chi ha comportamenti corretti, per chi è sfortunato e per chi talvolta si fa un po' di male da solo".
Il presidente della Liguria, invece, rilancia il lockdown per i non vaccinati, un provvedimento "diverso perché vuol dire proteggere anche le persone non vaccinate, che hanno una protezione minore, che possono frequentare ambienti in cui può circolare il virus. Resta scivoloso dal punto di vista delle libertà costituzionali ma è più sensato dell'altro".

Il provvedimento di Singapore

Il governo di Singapore ha annunciato che, nel caso di infezione, non pagherà le cure mediche a coloro che hanno deciso di non ricevere il vaccino per propria volontà. Prima ogni residente di Singapore poteva contare sull'assistenza statale quando si ammalava di COVID-19. L'eccezione era costituita dai cittadini risultati positivi subito dopo un viaggio all'estero.
Il ministro della Sanità Ong Ye-kung ha affermato che è "un segnale importante" per chi non riceve il vaccino, nonostante sia idoneo, mentre i non vaccinati sono una "maggioranza significativa" delle persone ricoverate in terapia intensiva, che "contribuiscono in maniera sproporzionata al peso sul sistema sanitario".
Il provvedimento entrerà in vigore l'8 dicembre.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала