Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

NASA: 7 mesi persi per contenzioso, la missione umana sulla Luna ritardata al 2025

© Sputnik . Vladimir Sergeev / Vai alla galleria fotograficaLuna
Luna - Sputnik Italia, 1920, 10.11.2021
Seguici su
La NASA ha posticipato al 2025 il suo programma per l'atterraggio degli astronauti sulla Luna, in parte a causa di un contenzioso dovuto al contratto di appalto assegnato a SpaceX per la costruzione del lander lunare, ha detto martedì l'amministratore Bill Nelson.
"Abbiamo perso quasi 7 mesi in contenziosi e questo probabilmente ha ritardato il primo atterraggio umano a probabilmente non prima del 2025", ha detto Nelson in una conferenza stampa televisiva.
Nelson si riferisce alla decisione del tribunale della scorsa settimana, che ha respinto una causa intentata del rivale di SpaceX, Blue Origin, per la perdita del contratto del lander lunare.
Un altro motivo del ritardo è che la scadenza originale, fissata dall'amministrazione Trump, "non era basata sulla fattibilità tecnica", ha affermato Nelson.
Questi ha anche citato l'incapacità del Congresso di fornire finanziamenti adeguati per sviluppare un lander lunare nei budget precedenti.
Il nuovo programma della NASA prevede che gli astronauti orbitino attorno alla Luna nel maggio 2024, in un percorso allungato che lascerà l'equipaggio a 64mila chilometri oltre la Luna, - una distanza record nello spazio - prima di tornare sulla Terra, ha detto Nelson. Successivamente, un atterraggio lunare senza equipaggio avverrà prima della missione umana del 2025, che mira a portare due astronauti al Polo Sud lunare.
Sebbene il programma aggiornato non influisca sulle prossime missioni lunari statunitensi, Nelson ha avvertito che gli Stati Uniti si trovano in una corsa con la Cina per riportare gli esseri umani sulla Luna per la prima volta dall'ultimo sbarco dell'Apollo, nel dicembre 1972.
"Il programma spaziale cinese è sempre più in grado di far atterrare i taikonauti molto prima di quanto originariamente previsto", ha affermato Nelson. "Ma in ogni caso, cercheremo di essere quanto più aggressivi, in un modo sicuro e tecnicamente fattibile, per battere i nostri concorrenti e mettere per primi gli stivali sulla Luna".
Il primo sbarco dell'Apollo sulla Luna, nel luglio 1969, pose fine a una precedente corsa allo spazio che vedeva gli Stati Uniti opposti all'Unione Sovietica.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала