Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Stretta sui contanti: dal 1° gennaio 2022 nuovi limiti e sanzioni, tracciabili anche soldi ai figli

© Sputnik . Aleksey Suhorukov / Vai alla galleria fotograficaEuro
Euro - Sputnik Italia, 1920, 09.11.2021
Seguici su
Il limite per i pagamenti in contanti scende da 1.999,99 a 999,99 euro. La nuova soglia è prevista per ogni tipo di pagamento, anche donazioni o prestiti ai figli. Sanzioni per chi supera la soglia anche di un centesimo in più.
Dal primo gennaio 2022 la soglia per il pagamento in contanti passa da 1.999,99 a 999,99 euro. La nuova stretta, prevista dalla legge 157 del 2019, è stata recentemente confermata dal ministero dell’Economia e delle Finanze.
L'obiettivo è quello di aumentare i pagamenti tracciabili e limitare l'uso delle banconote.
Sono previste sanzioni per chi supera la soglia dei 999,99 euro, anche solo di un centesimo.
Il limite si applica a tutti i tipi di pagamento, sia tre persone fisiche che giuridiche. Questo significa che anche i passaggi di denaro tra familiari, ad esempio la donazione o il prestito ad un figlio dal valore di 1.000 euro, dovrà essere giustificata e tracciata.

Prelievi e versamenti sul proprio conto corrente

Nulla cambia per versare o prelevare contanti dal proprio conto corrente. Il limite resta a 1.500 euro, in quanto non si tratta di trasferimenti di denaro fra due soggetti, ma di movimenti che interessano una sola persona.
In caso di prelievo, però, non sarà possibile spendere la somma in un unico pagamento, ma dovrà essere utilizzata entro la soglia stabilita. In caso di versamento, le somme ricevute da differenti movimentazioni, potranno essere versate tutte in una volta entro il limite di 1.500 euro.
Non costituisce una violazione alle nuove regole sull'uso del contante pagare in parte con il tracciabile e in parte con banconote.

Sanzioni

Le sanzioni per i trasgressori non colpiscono solo chi paga, ma anche chi riceve il denaro in contante. Con l'abbassamento del tetto massimo, si riduce anche la sanzione, che passa da 2.000 a 1.000 euro.
Per i professionisti, o chi non segnala le irregolarità alle direzioni territoriali, la sanzione prevista è di un minimo di 3.000 euro a un massimo di 15.000 euro.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала