Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Focolaio di influenza aviaria ad Ostia: la Regione Lazio dispone "zona di protezione"

Polli
Polli - Sputnik Italia, 1920, 09.11.2021
Seguici su
La Regione Lazio oggi ha dichiarato una "zona di protezione" attorno ad un allevamento avicolo di Ostia, dove è stato rilevato un sospetto focolaio di influenza aviaria.
La zona, come si apprende da un comunicato della Regione, ha "un raggio di 3 km dall'allevamento sede di focolaio di influenza e una zona di sorveglianza con un raggio di 10 km".
È stato reso noto che tutti gli allevamenti della zona saranno sottoposti a controllo, in seguito all'insorgenza di un tasso di mortalità anomalo tra il bestiame.
Il focolaio di influenza aviaria di sottotipo H5 Hpai è stato confermato anche dal centro di referenza nazionale dell'Istituto Zooprofilattico.

Le misure di sicurezza attuate

Nella zona non è ammesso, senza l'autorizzazione del veterinario, l'ingresso e l'uscita dall'azienda di pollame, altri volatili in cattività o altri mammiferi domestici.
Chi entra o esce da un allevamento deve rispettare opportune misure di biosicurezza, tutte le carcasse dei volatili devono essere liquidate immediatamente, i veicoli e le attrezzature utilizzate per trasportare pollame sono sottoposti a procedure di disinfestazione, così come tutti i veicoli utilizzati.

Vengono, inoltre, vietati il trasporto di carne di pollame, la movimentazione e il trasporto tra aziende, su strada, e l'introduzione e l'immissione di selvaggina, così come lo svolgimento di fiere di pollame e altri volatili.

Tutte le misure approvate oggi resteranno in vigore per almeno 21 giorni dopo l'avvenuta disinfestazione del focolaio.

Gli altri casi di aviaria

Nei giorni scorsi, altri casi di sospetta influenza aviaria erano stati registrati in Veneto, più precisamente nella provincia di Verona.
Allo stesso modo, gli allevatori francesi sono stati costretti ad istituire un lockdown per pollame e volatili, in quanto il rischio di contrarre l'aviaria per questi animali nel Paese è stato definito elevato.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала