Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Confine Bielorussia-Polonia, il Vaticano esorta l'Europa ad assumersi la responsabilità sui migranti

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaMigranti al confine tra la Polonia e la Bielorussia
Migranti al confine tra la Polonia e la Bielorussia - Sputnik Italia, 1920, 09.11.2021
Seguici su
Ieri, i rifugiati hanno tentato di forzare l'accesso in Polonia, ma sono stati respinti dalla polizia di frontiera polacca.
L'arcivescovo Paul Richard Gallagher, Segretario della Santa Sede per i Rapporti con gli Stati, ha invitato le autorità europee ad assumersi la responsabilità dell'accoglienza di migranti e rifugiati.

Quando gli è stato chiesto di commentare la situazione al confine polacco-bielorusso e lituano-bielorusso, in una conferenza stampa congiunta con il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, l'arcivescovo Gallagher ha risposto in questo modo:
"La nostra posizione è che chiediamo alle autorità di tutta Europa di assumersi la responsabilità di migranti e rifugiati. Chiediamo a tutte le parti di assumersi la responsabilità e risolvere questa gravissima crisi umanitaria", ha affermato il prelato.
Ieri, il Comitato di frontiera di Stato della Bielorussia ha riferito che un folto gruppo di rifugiati dai paesi dell'Est e dell'Africa si è recato al confine della Bielorussia con la Polonia.
In serata, il dipartimento ha affermato che la situazione dei profughi al confine della Bielorussia con la Polonia resta estremamente tesa: oltre duemila profughi, tra cui un numero significativo di donne e bambini, si sono fermati davanti alle barriere che dividono i due Paesi.
Vistisi rifiutare il passaggio da parte della polizia di frontiera polacca, i rifugiati si sono accampati durante la notte sulla linea di confine.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала