Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Usa, ragazza si salva dagli abusi di un uomo grazie a gesto di aiuto virale imparato su TikTok

© Foto : Pixabaymano in posizione schiaffo
mano in posizione schiaffo - Sputnik Italia, 1920, 08.11.2021
Seguici su
Un'adolescente scomparsa dalla Carolina del Nord è stata ritrovata e salvata in Kentucky dopo aver usato un gesto della mano divenuto virale su TikTok e che serve ad indicare uno stato di pericolo e abuso, senza farsi notare dall’aggressore.
Una sedicenne è stata ritrovata in Kentucky giovedì scorso dopo che una chiamata al numero unico di emergenza per il Nord America, il 911, ha riferito che una passeggera in un’auto davanti stava utilizzando il segnale divenuto virale grazie al noto social per attirare l’attenzione dei conducenti.
Secondo quanto riferito da Fox 8 Cleveland, l’ufficio dello sceriffo della contea di Laurel si sarebbe subito attivato e gli agenti sarebbero riusciti a individuare l’autista, nonché trovare prove compromettenti a suo carico.
L’indiziato è il 61enne Herbert Brick, la cui posizione è complicata, oltre che dalla testimonianza della minorenne, anche dal possesso di una foto della stessa, impegnata in atti sessuali. Attualmente l’uomo è in custodia in carcere in attesa di giudizio.
Il segnale che ha salvato la ragazza è quello divenuto virale su TikTik grazie a un video che ha ottenuto finora più di 3 milioni e mezzo di visualizzazioni e circa 130mila condivisioni. Si tratta di un semplice gesto che si fa con una sola mano e può essere facilmente confuso dall’aggressore come un gesto di saluto, ma che per un osservatore frontale è inequivocabile.
 
Il gesto si esegue in rapida sequenza, mostrando da prima una mano con palmo aperto, come fosse un segno di saluto o di commiato, poi si ritrae il pollice, infine si chiude la mano a pugno. Questo significa “ho bisogno di aiuto”.
L’idea di creare un segnale di questo tipo, silenzioso, facile da eseguire, impercettibile per un osservatore fuori prospettiva, ma difficile da non capire per un interlocutore diretto e frontale, è nata da un’esigenza concreta andata ad ingigantirsi in seguito alla pandemia di coronvirus.
Secondo i rilevamenti statistici, da quando la pandemia ha costretto all’isolamento sociale i tassi di violenza domestica sono aumentati sensibilmente in tutto il mondo. Intrappolate in casa con i propri aggressori, molte vittime non hanno più avuto scampo e hanno dovuto sopportare maggiori abusi.
Secondo le Nazioni Unite, i casi di abusi domestici sarebbero aumentati addirittura oltre il 20% durante i lockdown.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала