Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Servono misure solo per i no-vax per tutelare i vaccinati, dice esperto

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaVaccinazione
Vaccinazione  - Sputnik Italia, 1920, 08.11.2021
Seguici su
Secondo l’immunologo Mauro Minelli, della Fondazione per la medicina personalizzata, andava presa già tempo fa una decisione su “misure stringenti solo per i non vaccinati”, dice all’Adnkronos.
L’epidemiologo aveva auspicato una stretta già il mese scorso e non come “una mera provocazione, ma come strumento di tutela di chi, essendo tra l'altro grandissima maggioranza di popolo, ha diritto di muoversi e di vivere finalmente, ritornando allo stadio o al cinema o nei locali, certo che chi gli sta seduto accanto è protetto nella stessa misura”.

E poi aggiunge: “Tutti sono liberi di manifestare civilmente le proprie idee, ma il diritto urlato di non voler fare il vaccino non può e non deve mettere a rischio la salute della stragrande maggioranza degli altri. Quindi ora dobbiamo tutelare chi è vaccinato con misure stringenti per i no-vax”.

La sua è solo l’ultima delle tanti interviste fatte ad epidemiologi che in questi ultimi giorni, dopo la presa di posizione dell’Austria sui non vaccinati, si aggiungono al coro per fare pressione affinché vengano attuate misure ancora più stringenti in Italia.
L’ultimo poco fa è stato l’intervento di un infettivologo, Andreoni.
Tuttavia la differenza tra Italia e Austria e il resto dell’Europa è marcata. Le scelte dell’Italia adottate fino a ora hanno portato un’altissima percentuale di persone a vaccinarsi e i numeri negli ospedali sono nettamente migliori rispetto a quelli di Regno Unito, Romania, Germania e tanti altri paesi che in questi giorni vivono situazioni a dir poco allarmanti.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала