Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Gli USA riaprono le frontiere dall’8 novembre, ecco le regole per viaggiare

© Foto : PixabayPasseggeri in aereo
Passeggeri in aereo - Sputnik Italia, 1920, 08.11.2021
Seguici su
Da lunedì 8 novembre gli Stati Uniti hanno riaperto le frontiere verso l’esterno dopo ben 20 lunghi mesi di chiusura ai turisti.
Nonostante la riapertura alcune limitazioni restano, infatti, potranno visitare a scopo turistico gli Stati Uniti soltanto le persone completamente vaccinate che hanno completato il ciclo vaccinale con uno dei vaccini riconosciuti negli USA.
Le regole, come anticipato, sono abbastanza stringenti. Non solo sarà obbligatorio avere completato un ciclo vaccinale con un farmaco riconosciuto dalle autorità sanitarie degli Stati Uniti o dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), ma sarà necessario anche effettuare un tampone (negativo) entro 72 ore prima della partenza.
In questo modo non si sarà obbligati a fare la quarantena toccato il suolo statunitense.
I turisti, inoltre, saranno tracciati nel loro viaggio. Infatti, il centro di controllo delle malattie chiederà i dati dei turisti, come il numero di telefono e un indirizzo di posta elettronica, alle compagnie aeree per poterli contattare in caso finiscano in un focolaio Covid-19.

I vaccini riconosciuti dagli Stati Uniti

Per i cittadini italiani vaccinati contro il coronavirus in Italia, non c’è nulla da temere. I vaccini approvati dalle autorità di vigilanza sui farmaci nell’Ue e dall’Aifa per l’Italia, sono gli stessi approvati dall’autorità di controllo statunitense (Food and Drugs administration, Fda): Pfizer/Biontech; Moderna; Johnson & Johnson/Janssen; Astrazeneca (perché autorizzato dall’Oms).
Sono inoltre ammessi i vaccinati con Covaxin, Sinovac e Sinopharm, poiché sono stati approvati dall’Oms.

Attenzione all’itinerario del volo aereo e del viaggio

I viaggiatori italiani che per turismo intendono visitare gli Stati Uniti d’America che riaprono le frontiere a partire dall’8 novembre, devono però fare attenzione all’itinerario del loro viaggio.
Se si parte dall’Italia con volo diretto verso gli Stati Uniti, non si presenta alcun problema particolare dal momento che l’Italia è nella “lista verde”. Quindi possiamo viaggiare dall’Italia verso gli USA per turismo senza limitazioni, se non quelle riportate sopra.
Tuttavia, non tutti gli Stati sono stati abilitati allo stesso modo. Questo significa che se prima di giungere negli Stati Uniti si vola attraverso un altro paese facendo scalo o soggiornando addirittura in esso, è bene informarsi se i passeggeri che passano per la nazione intermedia sono ammessi negli Stati Uniti.
Per praticità riportiamo la lista dei paesi che, come l’Italia, sono ammessi a viaggiare per turismo verso gli Stati Uniti.
Francia, Germania, Italia, Spagna, Svizzera, Grecia, Irlanda, Cina, India, Sud Africa, Iran, Brasile, Regno Unito. Anche Canada e Messico sono nella lista, ma per maggiori informazioni sarà utile richiedere informazioni all’ambasciata degli Stati Uniti in Italia o ai consolati presenti sul territorio.
Anche il sito del Ministero degli Esteri italiano, Viaggiare Sicuri, è una fonte ufficiale dalla quale attingere informazioni aggiornate.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала