Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Caso della bara vuota a Vercelli trovata vicino ai cassonetti della differenziata cosa c’è da sapere

CC BY-SA 3.0 / ASdqo / AtaúdBara
Bara - Sputnik Italia, 1920, 07.11.2021
Seguici su
Questa mattina l’ex vice sindaco di Vercelli e membro del consiglio di amministrazione della società Atena che si occupa della raccolta dei rifiuti della città, ha fatto una macabra scoperta passeggiando lungo le vie del rione Isola della città.
Accanto alla campana della raccolta del vetro e al cassonetto della plastica vi era una cassa da morto completa.
Le foto pubblicate dall’ex politico hanno suscitato grande stupore. Contattata la ditta per la rimozione, insieme allo stupore da parte dell’Asm Vercelli, è montato lo sdegno per un tale gesto.
Ma, al di là del ritrovamento di un “rifiuto” così eclatante, ci si domanda cosa ci facesse una bara vuota abbandonata accanto ai cassonetti della differenziata. Chi ha avuto bisogno di sbarazzarsi di una bara?
E, inoltre, prima di sbarazzarsi della bara vuota, vi era custodito il corpo di qualcuno?
L’agenzia di stampa Ansa riporta che la bara è rimasta presso l’isola ecologica soltanto due ore e poi è stata rimossa. Non viene specificato dove sia stata portata e se siano state condotte delle analisi. Tuttavia pare che siano incorso delle indagini per provare a risalire agli autori del gesto. Difficile, infatti, che sia stata una sola persona.
I quotidiani locali sono disgustati da quanto avvenuto. Il Vercelli Notizie non esita a dire che a Vercelli si sia ormai superato il limite, perché ormai nella cittadina accanto ai bidoni viene abbandonato di tutto. Di tutto, ma mai una cassa da morto.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала