Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Studio rivela un modo per proteggersi dalle forme gravi di Covid-19

© Sputnik . Konstantin Mihalchevskiy / Vai alla galleria fotograficaFlebo
Flebo - Sputnik Italia, 1920, 06.11.2021
Seguici su
Secondo il Telegraph, la vitamina C, assunta per via endovenosa, protegge contro le forme gravi di Covid-19.
Un'equipe internazionale di scienziati ha scoperto che la somministrazione di vitamina C per via endovenosa aiuta a proteggere dal decorso in forma grave del Covid-19 e a recuperare più velocemente, si afferma in un articolo del Telegraph.
Gli scienziati sono giunti a questa conclusione a seguito di 12 studi clinici. È stato scoperto che la somministrazione endovenosa di vitamina C aiuta ad aumentare i livelli di ossigeno nel sangue, a sopprimere l'infiammazione e ad accelerare il recupero. Uno studio a Wuhan ha evidenziato come questo antiossidante acceleri il recupero dai sintomi del 70% rispetto ad un placebo.

"La soministrazione quotidiana da 6 a 24 grammi, per via endovenosa, a pazienti critici ha dato risultati positivi: è diminuita la mortalità, sono diminuiti i tempi di degenza, è migliorata l'ossigenazione e si sono abbassati i livelli d'infiammazione", ha affermato la coautrice dello studio Anitra Carr dell'Università di Otago in Nuova Zelanda.

La pubblicazione rileva che un grammo di vitamina C è contenuto in 20 arance, pertanto è giustificata la somministrazione endovenosa della sostanza. Inoltre, si è scoperto che il 70-80% dei pazienti aveva una carenza di plasma sanguigno.
La coautrice dello studio, la dottoressa Marcela Vizkaichipi dell'Imperial College di Londra, ha sottolineato l'importanza di controllare i livelli di micronutrienti in ciascun ospedale per prendere decisioni sul dosaggio e ottimizzare il trattamento.
Si è anche scoperto che le iniezioni di vitamina C hanno contribuito a diminuire di tre volte il rischio di decorso grave di Covid-19, permettendo di abbreviare i tempi di trattamento e liberare i letti d'ospedale.

Allo stesso tempo gli scienziati hanno sottolineato che i risultati dello studio non significano che sia stata trovata una panacea per il trattamento del coronavirus e che serve un'analisi più ampia per validare questa conclusione.

Gli autori hanno anche esortato a non usare la vitamina C per prevenire il Covid-19, ma ad assumere invece la vitamina D.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала