Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

"Nebbia mentale" post-Covid, gli scienziati scoprono da dove proviene

CC0 / Pixabay / Il cervello umano
Il cervello umano - Sputnik Italia, 1920, 06.11.2021
Seguici su
Stando alla NBC News, il Covid-19 è causa di nebbia cerebrale, con problemi di memoria e disturbi di coordinazione.
Il coronavirus SARS-CoV-2 può infettare i neuroni nel cervello quando entra nell'organismo attraverso il naso, secondo quanto riportato da NBC News, con riferimento ai ricercatori del California National Primate Research Center e del Rotman Research Institute di Toronto (Canada).
Secondo gli esperti, questo spiega i sintomi neurologici di lungo periodo nelle persone che hanno avuto il Covid: ad esempio la cosiddetta "nebbia alla testa", problemi di memoria e coordinazione.
Uno studio sugli animali ha indicato che le scimmie rhesus infettate dal coronavirus mostravano vividi sintomi di infezione all'interno dei neuroni del cervello appena trascorsi 7 giorni dall'infezione. In particolare, avveniva per gli esemplari diabetici e più anziani.
La prova che i neuroni nel cervello possono essere danneggiati promette di essere una scoperta chiave nello studio del SARS-CoV-2. Poiché queste cellule nervose sono essenziali per il normale funzionamento dell'organismo, il sistema immunitario non le attacca nemmeno quando viene infettato, rendendo difficile la terapia e rendendo così il virus capace di muoversi nel cervello.

"Credo che questo sia lo scenario più pericoloso per il decorso della malattia", ha detto John Morrison, professore di neurologia presso l'Università della California a Davis, che ha guidato lo studio.

Secondo l'esperto, se il SARS-CoV-2 "si muove" nel cervello, allora "arriva alle sue varie aree responsabili del pensiero, della memoria, delle emozioni e dell'umore".
Al termine della procedura, viene rilasciato un certificato di vaccinazione dal nuovo coronavirus, Covid-19 - Sputnik Italia, 1920, 06.11.2021
Norvegia: registrate 1.264 segnalazioni di disturbi mestruali dopo la vaccinazione anti-COVID
In precedenza, gli scienziati dell'Imperial College di Londra e dell'Università di Cambridge avevano rivelato una significativa diminuzione del livello di intelligenza nei pazienti con Covid-19. La gravità del peggioramento cognitivo era in parte correlata alla gravità della malattia: nei pazienti che hanno avuto bisogno del ventilatore polmonare il QI è sceso di sette punti.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала