Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Morti sul lavoro: ennesima vittima nel trevigiano

© Sputnik . Vitaly Belousov / Vai alla galleria fotograficaCoronavirus, a Mosca al via la costruzione di un nuovo ospedale per malattie infettive
Coronavirus, a Mosca al via la costruzione di un nuovo ospedale per malattie infettive - Sputnik Italia, 1920, 06.11.2021
Seguici su
Ennesima tragedia ieri pomeriggio in un cantiere presso una azienda agricola della provincia di Treviso. Un uomo di 43 anni sarebbe morto folgorato, dopo aver urtato con il braccio meccanico della betoniera cui era alla guida, i fili dell'alta tensione.
Non accennano purtroppo a diminuire e fermarsi le morti sul lavoro. Ieri pomeriggio un uomo di 43 anni, Valentino Zanutto, di Conegliano, è morto mentre era al lavoro in un cantiere presso un'azienda agricola del trevigiano.
L'uomo, secondo le ricostruzioni, ha urtato i cavi dell'alta tensione con il braccio meccanico della betoniera che stava manovrando, subendo una scarica che lo ha ucciso all'istante, per la forte folgorazione.
Immediati i soccorsi, ma purtroppo non c'è stato nulla da fare per lui. Lascia moglie e due figli.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri, per le necessarie indagini di rito, e i vigili del fuoco.
Proprio in questi giorni la Fiom - Cigl aveva tuonato sul fenomeno delle morti sul lavoro, nel comunicato in cui il sindacato, dicendosi insoddisfatto delle misure prese dal governo nella Manovra, minacciava uno sciopero nazionale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала