Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Assegno unico per i figli, al via da marzo 2022 la misura a sostegno delle famiglie

© SputnikMamma a passeggio con i bambini in un parco di Mosca
Mamma a passeggio con i bambini in un parco di Mosca - Sputnik Italia, 1920, 06.11.2021
Seguici su
Slitta ancora l'entrata in vigore dell'assegno unico per le famiglie. Al via da gennaio le domande per ottenerlo.
Slitta di altri due mesi, al primo marzo del 2022, il debutto dell’assegno unico per i figli. A far trapelare l’indiscrezione è Avvenire, che cita fonti del governo.
Le misure ponte, e cioè le detrazioni fiscali, gli assegni familiari e il sostegno temporaneo per i lavoratori autonomi, quindi, rimarranno in vigore per altri quattro mesi e, da gennaio 2022, si potranno presentare le prime domande.
Sempre secondo il quotidiano dei vescovi, il ritardo sarebbe da attribuire a motivi burocratici, ma anche a ragioni di carattere finanziario. Facendo slittare di due mesi la partenza della misura, infatti, se ne ridurrebbe il costo per il 2022 e, di conseguenza, le coperture finanziarie e si concederebbe ulteriore tempo alle famiglie per aggiornare l’Isee, necessario a stabilire l’importo dell’assegno, che varia a seconda del reddito.

Gli importi vanno da 40-50 euro al mese fino a 180 euro mensili a figlio per i redditi più bassi, e saliranno fino a 250 euro dal terzo figlio. In media, secondo i calcoli dello stesso giornale, quattro famiglie su cinque otterranno almeno 100 euro a figlio.

La prossima tappa sarà il decreto legislativo per attuare la legge delega, che dovrebbe arrivare la prossima settimana. Il passaggio ulteriore sarà quello delle commissioni parlamentari e della Conferenza unificata. L’iter, quindi, dovrebbe concludersi a dicembre.
Il Ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti - Sputnik Italia, 1920, 30.04.2021
Assegno unico figli, rinvio a gennaio 2022, una "delusione, ma non sorprende"
Intanto, il Forum delle associazioni familiari lancia l’allarme sulle coperture. Per la misura sono stati stanziati circa 20 miliardi, sei in più di quelli messi in campo finora per le misure a sostegno delle famiglie.
Ma, per il Forum, l’impostazione del governo rischia di generare un “effetto discorsivo”, a discapito del ceto medio e delle famiglie numerose.
I “criteri di equità verticale” adottati dall'esecutivo, spiegano le associazioni, rischiano di considerare soltanto il reddito e non il numero delle persone che con quel reddito vivono, penalizzando chi ha più figli da mantenere.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала