Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, l'allarme di Di Maio: "Ci chiamano per chiederci posti letto"

© SputnikLuigi Di Maio
Luigi Di Maio - Sputnik Italia, 1920, 05.11.2021
Seguici su
Lo ha rivelato il ministro degli Esteri durante la presentazione del libro del direttore di Repubblica, Maurizio Molinari. L'allarme dell'Oms: “Riconsiderare con attenzione la possibilità di allentare o revocare in questa fase le misure".
Secondo l’Ema, siamo già nel pieno della quarta ondata, mentre l’Organizzazione mondiale della Sanità prevede che entro febbraio possano esserci fino a 500mila morti tra Europa ed Asia.
In Italia, l’indice Rt è salito di nuovo sopra l’1 e i timori delle organizzazioni internazionali sembrano essere condivisi anche dal ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, che ieri, intervenendo alla presentazione de Il campo di battaglia, l’ultimo libro del direttore di Repubblica, Maurizio Molinari, ha rivelato che i governi di alcuni Paesi europei avrebbero già contattato l’Italia per chiedere supporto nella gestione dei ricoveri.
“Vi posso dire che alcuni ministri degli Esteri hanno già iniziato a telefonare, ci chiedono se potranno avere sostegno con i nostri ospedali e i nostri posti letto se la situazione dovesse peggiorare”, fa sapere il capo della Farnesina.
Tra i Paesi più in difficoltà, secondo Di Maio, ci sarebbe la Bulgaria, complice anche la fragilità delle proprie istituzioni.
“Non avere un governo, autorità stabili, ha un influsso diretto sulla lotta alla pandemia, questo ormai è chiaro”, ricorda il ministro, che insiste sulla necessita di allargare l’utilizzo del Green Pass per incrementare le vaccinazioni.
Misurazione della temperatura - Sputnik Italia, 1920, 04.11.2021
Covid in Italia: 5.905 nuovi casi, 59 decessi, tasso di positività sale a 1,1%
“Ci sono persone che hanno paura del vaccino – ha continuato - e noi con quelle dialoghiamo. Man mano che andiamo avanti, cercheremo di estendere lo strumento del Green Pass il più possibile per arrivare al 90% di vaccinati, estendendo rapidamente il ricorso alla terza dose”.
E non mancano gli attacchi a Salvini, accusato di fare l’occhiolino al popolo no-vax. “Noi 5Stelle – rimarca per contro - abbiamo come presidente del Movimento quell’ex premier Conte che nella fase più critica ha chiesto la massima responsabilità ai cittadini”.
Intanto, secondo l’Oms, i vaccini da soli non bastano a fronteggiare la nuova ondata di contagi.
"I vaccini stanno facendo quello che hanno promesso: prevenire le forme gravi della malattia e specialmente la mortalità, ma sono la nostra arma più potente solo se usati insieme ad altre misure sociali e di sanità pubblica" ha avvertito Hans Kluge, direttore dell’organizzazione per l’Europa.
Unità di terapia intensiva - Sputnik Italia, 1920, 04.11.2021
Covid, Oms: Europa di nuovo epicentro della pandemia, rischia altri 500 mila morti
Per questo, considerato l’aumento del 6 per cento dei contagi in Europa ed Asia e della crescita del 55 per cento delle infezioni giornaliere nell’ultimo mese, l’Oms ha raccomandato ai governi di “riconsiderare con attenzione la possibilità di allentare o revocare in questa fase le misure" anti-contagio.
"La situazione epidemiologica in Europa sta diventando sempre più complicata” anche secondo Marco Cavaleri, responsabile vaccini dell'Agenzia europea del farmaco, citato dall’Adnkronos.
Per questo, l’ente regolatore insiste sulla necessità che sempre più persone si vaccinino e “completino il ciclo vaccinale prima possibile", estendendo la dose di richiamo anche alla popolazione generale una volta messi in sicurezza i più fragili.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала