Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Stato d'emergenza, Speranza: "La proroga dipenderà dai contagi a fine anno"

© AFP 2021 / Filippo MonteforteRoberto Speranza, ministro della Salute
Roberto Speranza, ministro della Salute - Sputnik Italia, 1920, 03.11.2021
Seguici su
Il ministro della Salute ha fatto il punto sulla situazione del Paese al forum organizzato a Roma da Radiocor.
La proroga dello stato d’emergenza viene decisa nell’immediatezza della scadenza. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, al forum organizzato a Roma da Radiocor, come riporta oggi il Sole 24 Ore.

"Al momento non c’è stata alcuna decisione su questo tema che il Governo si riserva di fare alla fine dell’anno. - ha aggiunto Speranza - Come abbiamo sempre fatto valuteremo la situazione epidemiologica che in questa fase attuale non registra segni ’meno’ nei contagi, soprattutto nei numeri che leggiamo nei Paesi europei".

Mentre la decisione sullo stato d'emergenza verrà presa a ridosso della scadenza del 31 dicembre, le misure sulla vaccinazione di massa e Green pass "sono un modello per l'Europa e guardate con attenzione in tutto il mondo", ha specificato Speranza.
Il certificato che "all'inizio è stato un'intuizione positiva sul piano europeo - prosegue - per poi diventare, da noi, un pilastro del rientro alla normalità. In Italia ha reso più sicuri i luoghi dove si applica e ha riacceso i motori dell'economia: se il Pil crescerà oltre il 6% - precisa il titolare della sanità - è grazie al modello di sicurezza adottato dal Governo, cui ora anche gli altri Paesi guardano con attenzione. Ne abbiamo avuto prova al G20 di Roma", evidenzia il ministro.

"La lezione di questi 2 anni di pandemia e la centralità dell'Italia nell'ultimo G20 - rimarca - ci dicono che il nostro è un Paese solido, guardato con attenzione dagli altri Governi e anche migliore rispetto a quanto viene raccontato. Siamo reduci da mesi difficilissimi, ma l'Italia ha retto a testa alta davanti a una sfida enorme e sono convinto che anche in questa fase 2 del rilancio e della ricostruzione ci presentiamo con le carte in regola".

Boccia: proroga inevitabile

La decisione su proroga di Green pass e stato d'emergenza accende in queste ore il dibattito in seno alle forze di maggioranza. L'ex ministro degli Affari Regionali, Francesco Boccia, ritiene inevitabile l'estensione delle due misure almeno fino a marzo 2022.
"La proroga dello stato di emergenza, così come quella dell'utilizzo del Green pass, credo sia inevitabile", ha detto ieri ai giornalisti del Nazareno.
Per Boccia nelle prossime settimane alcune Regioni rischiano di cambiare colore a "causa dei comportamenti irresponsabili di chi non crede nei vaccini, finendo per danneggiare le stesse reti sanitarie". L'ex ministro si augura che "la destra, almeno stavolta, non ricominci a strizzare l'occhio ai no green pass e a chi non vuole il perdurare dell'emergenza sanitaria".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала