Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ponte Morandi di Catanzaro sotto sequestro: usata malta scadente

© Foto : Nicholas FrisardiIl viadotto Bisantis di Catanzaro
Il viadotto Bisantis di Catanzaro - Sputnik Italia, 1920, 03.11.2021
Seguici su
L'operazione Brooklyn condotta dalla Guardia di Finanza ha portato al sequestro del ponte Morandi e della galleria Sansinato e a 6 misure cautelari, tra cui 4 arresti. Riconosciuta l'aggravante di aver agevolato associazioni mafiose.
Sono stati posti sotto sequestro, con facoltà d'uso, il viadotto Bisantis, noto anche come ponte Morandi, e la galleria Sansinato sulla Strada dei due Mari, la statale 280. Il provvedimento, finalizzato allo svolgimento di accertamenti di natura tecnica, è stato disposto dalla procura di Catanzaro nell'ambito dell'operazione Brooklyn.
La Guardia di Finanza ha inoltre eseguito stamane un'ordinanza nei confronti di 6 persone, di cui 4 arrestate, accusate a vario titolo di intestazione fittizia e associazione per delinquere aggravati, rispettivamente, dalla modalità e finalità mafiosa; corruzione, auto riciclaggio, frode in pubbliche forniture, truffa.
In carcere sono finiti due imprenditori, Eugenio e Sebastiano Sgromo, di 52 e 55 anni, un militare delle Fiamme Gialle, Michele Marinaro, di 52 anni, mentre per la collaboratrice dei due fratelli, Rosa Cavaliere di 54 anni, sono stai disposti i domiciliari.
Le altre due misure spiccate sono di interdizione dall'esercizio della professione per i due tecnici dell'Anas Gaetano Curcio, 42 anni, e Silvio Baudi, 43.
È stata riconosciuta l'aggravante di aver agevolato associazioni di tipo mafioso, in relazione, fra l’altro, ai lavori di manutenzione straordinaria del ponte Morandi e di un tratto della strada statale 280.
"L'attività investigativa ha delineato un grave quadro indiziario a carico degli imprenditori, titolari di fatto dell'impresa aggiudicataria dei lavori, i quali, a causa di problemi finanziari, con la complicità del direttore dei lavori e di un ingegnere dell'Anas, impiegavano nelle lavorazioni un tipo di malta di qualità scadente, ma più economico di quello inizialmente utilizzato", è quanto emerge dalle carte riportate dalla stampa nazionale.
Il gip ha inoltre disposto il sequestro di tre società di costruzione e di 200mila euro di profitti derivanti dai reati contestati.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала