Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Nucleare, intesa UE-Iran: i negoziati riprenderanno a Vienna il 29 novembre

© Sputnik . Alexei Vitvitsky / Vai alla galleria fotograficaVienna
Vienna - Sputnik Italia, 1920, 03.11.2021
Seguici su
L'Iran ha annunciato il proprio ritorno alle trattative sul ripristino dell'accordo sul nucleare iraniano JCPOA e sulla revoca delle sanzioni statunitensi, la prossima seduta si terrà il 29 novembre.
L'annuncio arriva dal viceministro degli Esteri iraniano Ali Bagheri Kani, dopo un colloquio telefonico con Enrique Mora, vice segretario generale del Servizio Europeo per l'Azione Esterna.

"Nel colloquio telefonico con Enrique Mora abbiamo concordato il riavvio delle trattative, volte alla revoca delle illegali e disumani sanzioni, il 29 novembre", ha scritto Ali Bagheri Kani in un post su Twitter.

Il Dipartimento di Stato degli USA ha confermato il riavvio dei colloqui e ha comunicato che la parte americana sarà rappresentata, come prima, da Robert Malley.
Il portavoce del dicastero Ned Price ha affermato che Washington crede tutt'ora che una chance di raggiungere una soluzione per il reciproco rispetto dell'accordo permane.
"Continuiamo a credere che sia ancora possibile raggiungere un'intesa sul rispetto reciproco del JCPOA, risolvendo un piccolo numero di questioni pendenti. Se gli iraniani sono seri, possiamo farlo abbastanza rapidamente", ha detto Price, aggiungendo che "la finestra di opportunità" non rimarrà aperta per sempre.
"Speriamo che quando la delegazione iraniana arriverà a Vienna, affronterà la questione con la volontà di discutere in modo rapido e onesto", ha detto il portavoce.

Accordo sul nucleare iraniano del 2015 (JCPOA)

Il Piano d'azione congiunto globale (JCPOA) è stato firmato nel 2015 da Iran, Cina, Francia, Germania, Russia, Regno Unito, Stati Uniti, insieme all'Unione Europea. L'Iran avrebbe dovuto ridimensionare il suo programma nucleare e ridurre drasticamente le proprie riserve di uranio in cambio dell’annullamento delle sanzioni.
Tuttavia, nel 2018 il presidente americano Donald Trump ha annunciato il ritiro unilaterale dall'accordo, avviando la strategia di nuove, rigide, sanzioni nei confronti dell’Iran. In seguito l'Iran ha iniziato a sospendere i suoi obblighi fissati nel documento.
Lo scorso 20 giugno si è concluso il sesto round di negoziati sull'accordo nucleare a Vienna. Da quel momento le parti non si erano riunte per discutere la questione.
Scienziati iraniani presso un impianto per la produzione di combustibile all'uranio per un reattore nucleare - Sputnik Italia, 1920, 17.08.2021
Rapporto IAEA: "l'Iran ha prodotto uranio metallico arricchito al 20%"
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала