Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Istat: a settembre disoccupazione in calo, tranne che per i giovani

© Sputnik . Valery MelnikovUn operaio in casco
Un operaio in casco - Sputnik Italia, 1920, 03.11.2021
Seguici su
A settembre l'occupazione torna ad aumentare, rispetto ai cali osservati a luglio e agosto, ma resta ancora inferiore rispetto ai livelli pre-pandemia.
Nel mese di settembre 2021 crescono su base mensile gli occupati e diminuiscono i disoccupati e gli inattivi. Il tasso di occupazione sale a 58,3% (+0,2), mentre il tasso di disoccupazione cala al 9,2% (-0,1 punti), nonostante l’aumento tra i giovani al 29,8% (+1,8 punti).
L’aumento dell’occupazione (+0,3%, pari a +59mila unità), osservato per gli uomini e soprattutto per le donne coinvolge i dipendenti a tempo determinato, le persone tra i 25-34 anni e gli ultra 50enni.
Il tasso di occupazione tra agosto e settembre cresce per tutte le classi, tranne che per i 15-24enni, gli unici a registrare un aumento della disoccupazione.
Confrontando il terzo trimestre con il precedente, il livello dell’occupazione è più elevato dello 0,4%, con un aumento di 81mila unità. La crescita dell’occupazione, nel confronto trimestrale si associa alla diminuzione delle persone in cerca di occupazione (-5,6%, pari a -137mila unità) e alla sostanziale stabilità degli inattivi.
Rispetto a settembre 2020, il numero di occupati cresce dell'1,2% (+273mila unità), diminuisce sia il numero di persone in cerca di lavoro (-9,1%, pari a -230mila unità), sia quello degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (-2,0%, pari a -280mila), che era aumentato in misura eccezionale all’inizio dell’emergenza sanitaria.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала