Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

2 novembre, Giornata internazionale per porre fine all'impunità per i crimini contro i giornalisti

© AP Photo / Jacques BrinonEmblema UNESCO
Emblema UNESCO - Sputnik Italia, 1920, 02.11.2021
Seguici su
Per l'occasione, domani, 3 novembre, a Siracusa si terrà una tavola rotonda di alto livello in formato ibrido, organizzata da Ossigeno per l'informazione e sostenuta dall'UNESCO.
Ricorre oggi l'ottava Giornata internazionale per porre fine all'impunità per i crimini contro i giornalisti, istituita nel 2013 per commemorare l'assassinio di due giornalisti francesi avvenuto il 2 novembre 2013.
L'iniziativa, riconosciuta dall'ONU e patrocinata dall'UNESCO, ha come scopo quello di accendere i riflettori sulla questione dei crimini commessi contro i giornalisti.
A tale riguardo, proprio nel 2013, l'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato la risoluzione A/RES/68/163, nella quale ai governi, alla società civile, ai media e a tutti coloro che sono interessati a sostenere lo stato di diritto viene chiesto di unirsi agli sforzi globali per porre fine all'impunità.

"Solo indagando e perseguendo i crimini contro i professionisti dei media, possiamo garantire l'accesso all'informazione e la libertà di espressione. Solo permettendo di dire la verità, possiamo promuovere la pace, la giustizia e lo sviluppo sostenibile nelle nostre società", sono state le parole pronunciate da Audrey Azoulay, direttore generale dell'UNESCO.

Il funzionario, nel suo discorso, ha ricordato come, tra il 2006 e il 2020, oltre 1.200 giornalisti abbiano perso la vita in tutto il mondo, con 9 casi di omicidio su 10 rimasti irrisolti in via giudiziaria.
Secondo l'UNESCO, l'impunità conduce ad un numero maggiore di omicidi ed è spesso un sintomo del peggioramento dei conflitti e del crollo della legge e dei sistemi giudiziari.

L'IDEI 2021

L'evento principale per celebrare la Giornata internazionale per porre fine all'impunità per i crimini contro i giornalisti 2021 si svolgerà in Italia e consisterà in una tavola rotonda di alto livello in formato ibrido, organizzata da Ossigeno per l'informazione e sostenuta dall'UNESCO.
L'iniziativa si svolgerà domani, 3 novembre, presso il Siracusa International Institute for Criminal Justice and Human Rights, nel capoluogo siciliano.
L'iniziativa, spiegano gli organizzatori, "fornirà una piattaforma per il dialogo tra pubblici ministeri e giornalisti sulle misure di prevenzione e protezione per affrontare la sicurezza dei giornalisti e metterà in evidenza il ruolo strumentale dei pubblici ministeri nell'investigare e perseguire non solo gli omicidi, ma anche le minacce di violenza contro i giornalisti".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала