Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Nuova Zelanda: pipistrello vince titolo di ‘uccello’ dell’anno, ornitologi perplessi

© Foto : Pixabaypipistrelli
pipistrelli - Sputnik Italia, 1920, 01.11.2021
Seguici su
Quest’anno il titolo di ‘Bird of the Year’ della Royal Forest and Bird Protection Society, organizzazione ambientalista della Nuova Zelanda, è andato al pipistrello dalla coda lunga. La decisione ha stupito gli ornitologi dato che, come noto, i pipistrelli non sono affatto uccelli.
L’organizzazione ambientalista specializzata nella protezione e conservazione della flora e della fauna indigene della Nuova Zelanda, ha giustificato l’ammissione al concorso del Chalinolobus tuberculatus, meglio noto come pipistrello dalla coda lunga o pekapeka-tou-roa, in lingua maori, perché specie a rischio e i cui problemi di habitat sono gli stessi di molte altre specie endemiche di uccelli.
I lettori della rivista Forest & Bird non si sono fatti scappare l’occasione di votare il piccolo e simpatico animaletto volante, il cui habitat naturale effettivamente è in crisi negli ultimi anni, tuttavia, gli ornitologi hanno tenuto a precisare, che pipistrelli non sono affatto uccelli, bensì mammiferi.
I commenti social sono stati in gran parte concentrati su tale incongruenza.
“Dopo che i pipistrelli dalla coda lunga sono stati cacciati dalle loro zone per via dall'abbattimento degli alberi, è molto difficile riportarli nei loro habitat. Dobbiamo preservare gli alberi che abbiamo già e piantarne ancora di più per aumentare la popolazione di questi mammiferi in futuro”, ha detto l’ecologista Carrie Borkin in proposito.
“Questi batuffoli di pelo volanti sono minacciati dagli stessi problemi dei nostri uccelli nativi: predatori, perdita di habitat e cambiamenti climatici. Più facciamo per proteggerli, più aiutiamo anche i loro amici pennuti e viceversa”, si legge nel sito dell’organizzazione tra le motivazioni del riconoscimento, che serve a sensibilizzare le propensioni ecologiche del pubblico e non va interpretato come un vero e proprio concorso a premi.
Il secondo posto nella competizione è stato assegnato al vincitore della passata edizione, il pappagallo kakapo, che nel processo di evoluzione ha dimenticato come volare e si difende dai predatori fingendosi un cespuglio.
Il terzo posto è andato al pappagallo kea, che ruba oggetti ai turisti.

Il Pekapeka dalla coda lunga

Il pipistrello dalla coda lunga della Nuova Zelanda (Chalinolobus tuberculatus), in lingua maori pekapeka-tou-roa, è una delle due specie di pipistrelli sopravvissute endemiche della Nuova Zelanda.
Si tratta di un piccolo pipistrello dal colore marrone del peso di soli 8-12 grammi con una lunga coda collegata da una membrana alle zampe posteriori. Può volare a 60 chilometri all'ora e ha un raggio d'azione molto ampio, circa 100 km2.
L'aspettativa di vita per questa specie è sconosciuta, sebbene superi sicuramente i nove anni.
Solitariamente vive in gruppi di diverse decine di individui nelle cavità degli alberi e nelle grotte. Preda dal tramonto all’alba ed entra in uno stato di ibernazione per 4-5 mesi durante i periodi più freddi.
Il Dipartimento della Conservazione della Nuova Zelanda ha affermato che a causa della deforestazione e dei cambiamenti climatici, questa specie di pipistrelli sta gradualmente scomparendo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала