Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L’appello dei commercianti di Milano diventa una petizione: “Stop ai cortei No green pass il sabato”

© Sputnik . Eliseo BertolasiManifestazione No Green Pass a Milano
Manifestazione No Green Pass a Milano - Sputnik Italia, 1920, 01.11.2021
Seguici su
Confcommercio ha lanciato la raccolta firme online dopo 15 sabati consecutivi di manifestazioni che hanno causato pesanti perdite per gli esercenti delle principali vie dello shopping milanesi.
Negozi, ristoranti, bar hanno subito un durissimo colpo a causa delle manifestazioni che da 15 sabati consecutivi affollano le vie del centro e le zone dello shopping di Milano.
Perdite per 10 milioni di euro, soltanto parlando della nota Corso Buenos Aires e soltanto negli ultimi tre sabati di cortei No green pass.
Per questo Confcommercio Milano ha deciso di lanciare una petizione su change.org per chiedere che le manifestazioni non si tengano più il sabato, il giorno principe per lo shopping e i pranzi fuori, soprattutto in vista del periodo natalizio.
L’obiettivo è fermare "cortei ripetitivi che spesso non rispettano le regole" e che provocano grandi danni economici, con una diminuzione media del volume d'affari del 27,4%.

Una minoranza non può imporre la sua volontà

Secondo il testo della petizione, che si intitola “Appello di Milano produttiva a libertà e responsabilità di tutti. Uniti contro il Covid”, i commercianti hanno deciso quindi di "far sentire la voce pacifica ma ferma della grande maggioranza dei cittadini che non condivide la paralisi ogni sabato della città".
Secondo i firmatari “una minoranza - qualunque essa sia - non può imporre la propria volontà e tenere sotto scacco una grande città”.
Criticità ancora più sentite in vista del periodo natalizio durante il quale “Milano non può accettare, dopo tutta la sofferenza di questo lungo anno e mezzo di pandemia, che si crei un clima di contrapposizione dannoso per la società civile e per il mondo delle imprese”.
Per il presidente di Confcommercio l’obiettivo è "lanciare è un appello forte alla responsabilità da parte di tutti, nel rispetto della libertà di tutti”.
La città, dopo l’anno e mezzo di pandemia, ha “assoluto bisogno di tornare a crescere in sicurezza. Tutti insieme per il bene comune e per la libertà”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала