Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaccini, l'obiettivo del 90 per cento di popolazione immunizzata ora slitta al 2022

© Sputnik . Pavel LisitsynVaccinazione
Vaccinazione - Sputnik Italia, 1920, 31.10.2021
Seguici su
Crollano le somministrazioni di prime dosi nell'ultima settimana, con un calo del 50 per cento nonostante il green pass. E il target del 90 per cento di immunizzati potrebbe slittare a febbraio 2022.
Limitare i contagi ma soprattutto spingere gli indecisi a vaccinarsi per dare un’ultima decisiva spinta alla campagna di immunizzazione della popolazione contro il Covid. Eppure i dati delle ultime settimane mostrano che il certificato verde ha fallito, almeno nel secondo intento.
Secondo i dati elaborati dal Sole24Ore, infatti, le inoculazioni delle prime dosi di vaccino nell’ultima settimana si sono dimezzate, scendendo da 333mila della settimana precedente alle 168 mila di quella che si è appena conclusa.
Se il trend restasse invariato l’obiettivo del 90 per cento di popolazione immunizzata non potrebbe essere raggiunto prima di gennaio-febbraio del 2022.
A preoccupare è quella fetta di over 50, sono circa 2,7 milioni, che ancora non ha ricevuto neppure la prima dose e che, con la risalita dei contagi, rischia di far impennare il numero di ricoveri e decessi essendo più esposta alle conseguenze gravi del virus.
Bergamo, Ospedale Papa Giovanni XXIII - Sputnik Italia, 1920, 30.10.2021
Covid, in Italia "terapie intensive reggono"
L’aumento dei nuovi casi settimanali, secondo la fondazione Gimbe, non sarebbe solo un mero dato statistico legato al maggior numero di tamponi effettuati quotidianamente per ottenere il green pass.
Il rapporto tra tamponi molecolari e nuovi positivi, infatti, è cresciuto dal 2,4 registrato il 19 ottobre al 3,5 del 26 ottobre, e il numero dei ricoveri è cresciuto del 7,5 in una settimana.
Di conseguenza anche il tasso di occupazione dei posti letto è arrivato al 5 per cento. Il limite che fa scattare le misure restrittive è del 15.
Per gli esperti, come il consigliere del ministero della Salute, Walter Ricciardi, la nuova ondata sarà gestibile grazie alle vaccinazioni, ma sarà necessario accelerare con le dosi booster.
Pierpaolo Sileri - Sputnik Italia, 1920, 28.10.2021
Sileri, terza dose a tutti sempre più vicina: effetto non dura per sempre
Per ora sono state somministrate ad 1,2 milioni di soggetti fragili, ma entro fine anno si dovrebbe arrivare a coprire tutti gli over 50 e le categorie a rischio come gli insegnanti.
Nel conto ci sono anche i vaccinati con il monodose di Johnson&Johnson, circa un milione e mezzo, che potrebbero dover effettuare un richiamo dopo tre mesi dalla somministrazione della prima dose e sottoporsi ad un terzo richiamo con un vaccino diverso.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала